cerca CERCA
Sabato 26 Novembre 2022
Aggiornato: 08:10
Temi caldi

Degrado: Camponeschi, a Roma topi e gabbiani su rifiuti, peggio di un film di Hitchcock

04 febbraio 2016 | 14.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Roma, Campo de' Fiori (Fotogramma)

"Neanche nei film di Hitchcock assisteremmo a scene del genere". Così all'Adnkronos Alessandro Camponeschi, titolare dell'omonimo ristorante a piazza Farnese, nel pieno centro di Roma, descrive le scene che ci si trova di fronte, spesso, quando topi e gabbiani di notte prendono d'assalto i sacchi dell'umido lasciati all'esterno dei locali per la raccolta differenziata. Un'emergenza che Camponeschi attribuisce alla "mancata sincronizzazione nella raccolta differenziata effettuata da operatori Ama o ditte appaltatrici tra bar e ristoranti, che peraltro hanno orari di chiusura diversi".

"Ogni locale - spiega il ristoratore - d'accordo con gli operatori ha dei punti esterni dove lasciare l'immondizia, ma se non arrivano tempestivamente oltre al problema dei topi si aggiunge anche quello dei gabbiani, che rompono le buste con conseguenze immaginabili sul decoro". "L'Ama passa da un eccesso all'altro - prosegue Camponeschi - A volte gli operatori dell'azienda o delle ditte appaltatrici arrivano prima della chiusura, durante l'orario di lavoro, quando non possiamo consegnare l'umido sia perché non è stato ancora prodotto sia perché non è il caso di passare con i sacchi di immondizia davanti ai clienti seduti al ristorante; altre volte passano dopo l'orario di chiusura".

"Due settimane fa mi è successo che di sabato sera gli operatori sono passati alle 23 per ritirare l'umido, ma noi eravamo in piena fare lavorativa e non abbiamo potuto effettuare la consegna - aggiunge Camponeschi - Una volta siamo stati costretti a tenere il vetro per 7-10 giorni nei nostri magazzini, perché nessuno passava negli orari adeguati. Per quanto possiamo essere attenti, il problema di base riguarda l'organizzazione di ritiro dei rifiuti. E' necessaria una sincronizzazione nel ritiro, compatibilmente con la chiusura dei vari locali". Quanto all'ipotesi di una raccolta dei rifiuti 'a scomparsa', per Camponeschi si tratta di "fantascienza". "A Roma ci potremmo arrivare nel quarto millennio forse", ironizza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza