cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:14
Temi caldi

Il sacrario di Redipuglia in memoria dei caduti della Grande Guerra

12 settembre 2014 | 17.16
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Il sacrario di Redipuglia (foto Infophoto) - INFOPHOTO

Il sacrario militare di Redipuglia è dedicato alla memoria di oltre 100mila soldati (60mila dei quali non identificati) caduti nel corso della prima guerra mondiale. Sede della commemorazione annuale del 4 novembre, alla presenza delle più alte cariche dello Stato, il sacrario è anche il luogo che il Duca d'Aosta, a capo della Terza Armata del Regio Esercito savoiardo, scelse come luogo di sepoltura.

Il sacrario intende idealmente commemorare i 689.000 militari italiani morti durante il primo conflitto mondiale. La grande scalinata di pietra che forma il sacrario di Redipuglia è collocata davanti alla collina di Sant'Elia. Il memoriale monumentale è stato progettato da un gruppo di lavoro presieduto dall'architetto Giovanni Greppi e dallo scultore Giannino Castiglioni. I lavori iniziarono nel 1935, il monumento fu inaugurato il 18 settembre del 1938.

Costruito da una squadra guidata dall'architetto Giovanni Greppi e dallo scultore Giannino Castiglioni, il sacrario è stato edificato sulle pendici del monte Sei Busi, una delle cime più contese della Prima guerra mondiale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza