cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 14:48
Temi caldi

Il santo di oggi, 17 ottobre

17 ottobre 2019 | 06.00
LETTURA: 2 minuti

Ignazio - il "portatore di Dio", come lui stesso amava definirsi - fu uno dei primi e più importanti testimoni della Chiesa delle origini. Nato intorno agli anni 50 e morto tra il 110 e il 115, discepolo dell'Apostolo Giovanni e terzo vescovo di Antiochia, dopo San Pietro ed Evodio, è molto stimato in tutta l'Asia Minore, tanto che quando si sparge la notizia della sua condanna, ed egli intraprende il viaggio per Roma, tutte le chiese inviano i loro vescovi per ascoltare le sue parole. Ignazio non disattende le aspettative e approfitta di ogni sosta per esortare le chiese all’unità. E affinché la sua voce possa arrivare a tutti, affida le sue riflessioni a 7 lettere, scritte di getto e organizzate per argomenti. Un tesoro inestimabile per documentare la dottrina e la vita della chiesa dopo il periodo apostolico. Martirizzato in occasione del Trionfo dell'imperatore Traiano sui Daci, è oggi sepolto a Roma.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza