cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 16:10
Temi caldi

Musica: il violino di Olen Cesari domani all'Auditorium di Roma

26 novembre 2014 | 16.06
LETTURA: 3 minuti

Special guest sul palco saranno Alessandro Mannarino, Daniele Di Bonaventura (bandoneon), Pepe Sanchez e Lavinia Mancusi

alternate text
Olen Cesari

Olen Cesari accompagnato dalla sua band International Clandestine Orchestra sarà in concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma domani, giovedì 27 novembre, nella Sala Sinopoli alle ore 21. Special guest sul palco saranno Alessandro Mannarino, Daniele Di Bonaventura (bandoneon), Pepe Sanchez e Lavinia Mancusi. Grande artista, virtuoso del violino e compositore eclettico, Olen Cesari era considerato da Lucio Dalla uno dei più grandi al mondo.

Il suo repertorio spazia dalla musica classica al jazz, dalla etnica alla world music. Il suo spettacolo è un viaggio attraverso il mondo tra i brani più famosi della musica internazionale. A fare da scenografia alle note, suggestive immagini degli oceani e delle meraviglie sommerse. "Ho scelto il mare come cornice dello spettacolo -spiega il maestro- non solo perché sono nato a Durazzo ma anche per sensibilizzare gli spettatori al rispetto e all’amore per l’ambiente. Proprio il mare sempre più spesso sta diventando tragicamente la tomba di migliaia di migranti e della loro speranza in un futuro migliore. A queste anime dedichiamo il nostro concerto".

Accompagnato dalla sua band, International Clandestine Orchestra (ICO), Olen Cesari ha portato la versione live dell’album "Unexpected" in giro per l’Europa con grandi consensi di pubblico e di critica. Il suo è un gruppo multietnico composto da sei musicisti di sei diverse nazionalità provenienti da tre continenti. Sul palco insieme all’eclettico violinista: uno dei più importanti cantanti cubani Shama Milan, membro del Sestetto National de Cuba; al pianoforte "mister armonia" il sudafricano Michael Rodi; alle percussioni "il millemani" peruviano Gabriel Gagliarini, al basso e contrabbasso il napoletano Paolo Cozzolino, uno dei più grandi esperti della musica partenopea; alla batteria l’argentino Raul Sceba, noto anche per la sua presenza nell’Orchestra di piazza Vittorio. Il suono della International Clandestine Orchestra è affidato alla grande professionalità di Alessandro Aloisi.

Il live, prodotto da Auditorium Parco della Musica in collaborazione con Helikonia, sarà un’occasione per godere dell'estroso repertorio di Cesari che porta lo spettatore in un percorso musicale che trascina verso un melting pot di voci e colori. Dalle note de "Le danze ungheresi" di Johannes Brahms, passando per la Tarantella di Rossini in un crescendo di suoni e ritmi si arriva ai Led Zeppelin e Jimi Hendrix: un viaggio suadente e totalizzante sull’onda della musica.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza