cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 16:14
Temi caldi

Estate: il virologo, polmoniti a 'lugliembre' per 8 mila italiani

26 luglio 2014 | 13.03
LETTURA: 2 minuti

Il clima pazzo di questa estate, "con un luglio tanto simile a novembre che ormai molti lo chiamano 'lugliembre', ha moltiplicato una serie di malanni anche insoliti per il periodo", dice Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano

alternate text

Il clima pazzo di questa estate, "con un luglio tanto simile a novembre che ormai molti lo chiamano 'lugliembre', ha moltiplicato una serie di malanni anche insoliti per il periodo. Vediamo numerosi casi di polmoniti in adulti e bambini: in base ai dati possiamo stimare che nell'ultimo mese siano stati colpiti e ricoverati circa 8.000 connazionali", un dato superiore rispetto alla media del periodo. Parola del virologo dell'Università di Milano, Fabrizio Pregliasco, che spiega come il maltempo sia alleato anche dei virus respiratori e gastrointestinali.

"Sono stati circa 40 mila gli italiani colpiti da questo tipo di malanni a luglio - dice all'Adnkronos Salute - e anche in questo caso il dato supera la media del periodo". Nel mirino gli sbalzi termici, "che riducono le difese immunitarie ed aprono la strada ai microrganismi". Ma come riconoscere una polmonite da un malanno simil-influenzale? "Se nei bambini e nei giovani in genere la polmonite si manifesta con spossatezza, febbre alta e difficoltà respiratorie, negli anziani più spesso arriva una febbricola altalenante, che può confondere. Ecco che se ci si sente particolarmente spossati, fiacchi, con una pesantezza sul petto e la febbricola non passa, è il caso di fare un controllo dal medico", conclude il virologo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza