cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:01
Temi caldi

Il XXIII Premio ‘La Calabria nel mondo’ per valorizzare le eccellenze della Regione

19 giugno 2014 | 21.27
LETTURA: 3 minuti

A presiedere la premiazione il Cavaliere del lavoro Giuseppe Marra, presidente del Gruppo Adnkronos: “A ogni edizione Peppino Accroglianò tira fuori dalla cassaforte dell’associazione C3 International eccellenze calabresi notevoli, di inestimabile valore sociale e mondiale come il Nunzio Apostolico in Turchia Antonio Lucibello o il sindaco di Buenos Aires Maurizio Macrì”

alternate text

Valorizzare le eccellenze calabresi in Italia e nel mondo con un premio ideato e organizzato dall’associazione C3 International presieduta da Peppino Accroglianò: è questo lo scopo del Premio Internazionale ‘La Calabria nel mondo’, giunto quest’anno alla sua XXIII edizione.

Omaggio a Pavarotti - Presso una sala della Protomoteca al Campidoglio gremita di pubblico, l’evento si è aperto con un omaggio musicale al grande tenore Luciano Pavarotti, affidato ad un suo allievo, Stefano Gagliardi, accompagnato al pianoforte dal maestro Giovanni Monti e al violino da Simona Bruno.

La premiazione - A presiedere la premiazione il Cavaliere del lavoro Giuseppe Marra, presidente del Gruppo Gmc Adnkronos, che ha sottolineato: “Ad ogni edizione il presidente Accroglianò tira fuori dalla cassaforte dell’associazione delle eccellenze calabresi notevoli, di inestimabile valore sociale e mondiale come il Nunzio Apostolico in Turchia Antonio Lucibello o il sindaco di Buenos Aires Maurizio Macrì. Tutte personalità, eccellenze calabresi di valore e da valorizzare nel mondo”.

A ritirare il premio di questa edizione de ‘La Calabria nel mondo’ imprenditori, uomini e donne del mondo della cultura, del giornalismo e di chiesa. Tra i premiati Arturo De Felice, direttore della Dia, Antonio Lucibello, Nunzio Apostolico di Turchia, Giuseppe Smorto, respondabile di ‘Repubblica.it’, Antonio Pileggi, ordinario Diritto del Lavoro alla Luiss, Massimo Marelli, direttore sanitario e operatore medico chirurgo e tanti altri. Un premio speciale è stato consegnato a Salvatore Lento, delle Cantine Lento, per i 50 anni di attività.

Centro Culturale Calabrese - L’associazione C3 International, Centro Culturale Calabrese, conta almeno 70mila iscritti tra i i 500mila calabresi presenti solo a Roma, è in tutte le regioni del nord e in quei Paesi del mondo dove vivono e lavorano comunità calabresi. A consegnare i premi anche il presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Francesco Talarico, il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri e l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno.

Il presidente dell’associazione C3 International, nel suo intervento, ha voluto sottolineare che “i calabresi che vivono ovunque nel mondo portano alto il nome della Regione Calabria. Ovunque sanno emergere e si impegnano a fondo, veramente. Qui sono i nostri uomini che combattono la mafia, la combattono con intelligenza, con impegno e forza. E non dimentichiamo i nostri giovani che porteranno avanti il nostro lavoro e soprattutto va data loro l’occasione e l’opportunità di lavorare al meglio”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza