cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 12:14
Temi caldi

Imam saudita contro San Valentino: "Festa immorale, vietarla"

14 febbraio 2014 | 16.24
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Riad, 14 feb. - (Adnkronos/Aki) - Come ogni anno, anche nel 2014, la Festa degli innamorati e' occasione di acceso dibattito in Arabia Saudita, dove molti la considerano una ricorrenza contraria all'Islam importata dall'Occidente. L'imam Mohammad al-Arifi ha accusato chi festeggia San Valentino di "comportarsi come chi e' immorale". Il religioso, che e' noto per le sue posizioni integraliste e che lo scorso anno ha fatto parlare di se' per aver invitato i giovani sauditi a unirsi al jihad in Siria, ha chiesto su Twitter "alle televisioni e agli altri media di non promuovere in alcun modo San Valentino".

Arifi si e' contaddistinto in passato per una serie di fatwa su varie tematiche. Come quella che vieta alle ragazze di mostrarsi al loro padre in abiti "rivelatori" o quella contro il canale per bambini di al-Arabiya, Mbc-3, che con i suoi cartini animati corromperebbe i piccoli spettatori.

Gli scorsi anni, nel giorno di San Valentino, la polizia religiosa saudita (Comitato per la promozione della virtu' e la prevenzione del vizio) ha preso di mira i fiorai e gli altri negozi che vendevano gadget per gli innamorati. Ma quest'anno il capo della polizia religiosa, Abdullatif al-Sheikh, ha smentito di aver ordinato la chiusura di questi negozi per San Valentino. "Non e' nostra competenza - ha detto - noi lavoriamo contro cio' che viola il Corano e gli insegnamenti del Profeta". Ma e' sintomatico che Google, che oggi in tutto il mondo dedica il suo 'doodle' agli innamorati, non lo pubblichi invece sulla sua pagina saudita, per paura della censura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza