Home . Immediapress . Ambiente . La riduzione delle materie plastiche monouso deve coniugarsi con interventi di economia circolare e le realtà dei consumi in Europa

La riduzione delle materie plastiche monouso deve coniugarsi con interventi di economia circolare e le realtà dei consumi in Europa

AMBIENTE

BERLINO, October 26, 2018 /PRNewswire/ --

Il Parlamento europeo ha approvato ieri la sua relazione sulla bozza di Direttiva sull'inquinamento marino e le plastiche monouso. "European Bioplastics sostiene pienamente la transizione da un'economia lineare a un'economia circolare. Le bioplastiche consentiranno un maggior numero di soluzioni sostenibili per una serie di prodotti", dichiara François de Bie, Presidente di European Bioplastics (EUBP). "Siamo d'accordo sull'importanza di ridurre i prodotti in plastica monouso laddove possibile, ma l'igiene e la sicurezza alimentare non possono essere compromesse. Riguardo ad alcuni dei prodotti monouso interessati, come ad esempio piatti e posate, le plastiche biodegradabili certificate offrono un'alternativa organicamente riciclabile". 

EUBP ritiene che la decisione del Parlamento di limitare l'uso di posate e piatti monouso non consideri in modo sufficiente la realtà del consumo alimentare in Europa. In alcuni contesti a circuito chiuso, come le mense, i trasferimenti aerei o gli eventi sportivi e musicali, si tratta di una soluzione efficiente e indispensabile per garantire la sicurezza e l'igiene di cibi e bevande, gestendo nel contempo la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti.

Le plastiche biodegradabili compostabili certificate soddisfano i rigorosi requisiti e standard europei in materia di salute e sicurezza e possono essere riciclate come rifiuti organici insieme agli scarti alimentari.

EUBP sostiene pienamente il suggerimento del Parlamento di limitare i prodotti realizzati da plastiche oxo-degradabili, in linea con le precedenti dichiarazioni da parte del Parlamento e della Commissione europea nell'ambito della strategia per la plastica dell'UE.

Per quanto concerne la biodegradabilità nell'ambiente marino, EUBP sottolinea che si tratta di una caratteristica interessante. Tuttavia, occorre definire chiaramente per quali materiali, prodotti e in quali circostanze questa caratteristica abbia valore aggiunto. Migliorare la gestione dei rifiuti a terra e costruire infrastrutture efficienti di riciclaggio meccanico e organico in Europa resta una priorità in termini di lotta contro l'inquinamento marino.

Contatto: 

Elena Cantos, Responsabile comunicazioni, European Bioplastics, Marienstr. 19/20, 10117 Berlino, Tel: +49(0)30-28482-353, Fax: +49(0)30-28482-359, e-mail: press@european-bioplastics.org

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.