Cerca

Perché è importante investire per combattere l’inflazione

Comunicato stampa

ECONOMIA E FINANZA
Perché è importante investire per combattere l’inflazione

CHIASSO - SVIZZERA, 9/03/2020 - Prima di iniziare a capire come combattere l’inflazione occorre sapere dell’importanza del credito per l’economia e di come esso sia il responsabile dell’aumento dell’inflazione.


Se il credito e l’inflazione sono componenti molto importanti per l’economia, occorre capire come trarne vantaggio ed evitare che i propri soldi perdano valore nel tempo.

Inflazione e Potere d’acquisto

L’obiettivo inflazionistico delle banche centrali si aggira attorno al 2% poiché tale valore infatti riesce a sostenere la crescita economica di una normale nazione.

Questa percentuale si traduce in un’altrettanta svalutazione del denaro.

In gergo questa svalutazione si chiama perdita di potere d’acquisto, in poche parole i propri soldi valgono ogni anno il 2% in meno.

In concreto è come se su 100 mila euro ogni anno ne venissero tolti 2 mila euro.

Il problema è che non è così manifesto come si potrebbe pensare, anzi, è un aspetto molto silente. Ma il fatto che non si vede non significa che non esiste.

Come evitare questa erosione del proprio capitale?

Nella maggior parte dei casi i richiedenti di credito, soprattutto per cifre sostanziose, lo fanno a scopo di investimento.

Un esempio lampante sono le aziende, queste richiedono ogni giorno ingenti quantità di denaro da poter dedicare agli investimenti.

Naturalmente se un’azienda investe del denaro vuol dire che lo avrà speso.

Probabilmente investendo lo darà ad un’altra azienda, ad esempio per comprare più risorse per produrre i propri beni.

Lo scambio di denaro tra le due fa crescere entrambe le aziende e incrementa il loro fatturato e i profitti.

Come inserirsi nel meccanismo dell’inflazione?

Un modo per inserirsi esiste e consiste nell’investimento nel mercato finanziario.

Ci sono vari strumenti che permettono di entrare all’interno del mercato finanziario.

Alcuni strumenti sono più diretti a meno diretti, mezzi più rischiosi o meno.

La cosa più importante da capire, però, è che intercettare questa crescita e farne parte è essenziale se si vuole preservare il proprio capitale.

Quali strumenti utilizzare per combattere l’inflazione?

Il primo strumento e forse il più famoso e spesso anche il più temuto è il mercato azionario.

Inserendosi sul mercato azionario si diventa dei veri e propri soci di una o più aziende attraverso la compravendita di quote aziendali chiamate appunto azioni.

Se l’azienda sceglierà in modo consono dove investire i propri soldi e guadagni questa crescerà e di conseguenza con lei anche gli investitori.

Ci sono vari strumenti in realtà per far parte a diverso titolo e diritto di una o più aziende, ecco i principali.

Si possono possedere:

● azioni

● fondi

● ETF

● obbligazioni

La compravendita diretta di azioni attraverso la scelta individuale è forse uno dei modi più rischiosi e dispendiosi sia in termini di tempo che in termini di denaro.

Per evitare questa perdita di tempo esistono modalità alternative come fondi ed ETF.

Oltre agli strumenti azionari ci sono altri strumenti, visti nell’elenco, che consentono di intercettare la crescita delle singole aziende.

Le obbligazioni

I titoli obbligazionari però sono ben diversi dalle azioni e non permettono di essere soci dell’azienda.

Le obbligazioni consistono in un modo in cui le aziende raccolgono fondi da destinare ai propri investimenti, se questi investimenti andranno bene e l’azienda non fallisce ci verranno ridati i soldi precedentemente prestati con aggiunto un interesse.

Con le obbligazioni è possibile sfruttare la crescita di un paese per far crescere e proteggere il proprio capitale.

Infatti anche i singoli paesi emettono obbligazioni che gli servono per avere in cambio soldi da investire nella loro economia.

Come riferito dagli esperti di IoInvesto, se gli investimenti vanno a buon fine e il paese non fallisce, come con le aziende, verranno restituiti i soldi con un interesse che dipende da diversi fattori, come tempo e affidabilità del paese.

Al contrario delle aziende però gli interessi delle obbligazioni emesse dai singoli paesi sono molto più bassi, questo perché il rischio di fallimento è anch’esso molto più basso.

A volte però l’interesse non copre nemmeno l’inflazione e di conseguenza anche se inseriti nel sistema il nostro sforzo non è sufficiente e dobbiamo accompagnare queste obbligazioni con altri strumenti.

Tra i tanti strumenti per investire ci sono anche i metalli preziosi.

Grazie all’inflazione, questi, sul lungo periodo tendono ad aumentare il loro prezzo e mantenere il loro valore intrinseco.

Nel grafico in basso è presentato il prezzo medio annuo in dollari assunto dall’oro dal 2005 al 2018.

Se ne nota subito l’aumento.

C’è da dire però, che non garantiscono sempre una crescita pari a quella che si potrebbe avere con azioni ed obbligazioni, questo perché singole azioni ed obbligazioni sono strumenti finanziari puri, sono infatti emessi direttamente dalle aziende o dai singoli paesi.

Oltre a questi strumenti più puri e ai metalli preziosi ci sono però altri strumenti finanziari come i fondi e gli ETF.

L’insieme di questi strumenti possono venire in aiuto soprattutto per aumentare la diversificazione, diminuire il rischio e massimizzare i rendimenti.

Come investire in ETF

Per investire bisogna comprare degli ETF che replicano gli indici azionari.

Per comprarli basterà chiedere alla propria banca di fiducia che spiegherà al meglio le modalità con cui contrattare.

Se invece non si vuole recarsi in banca, i principali istituti che scambiano ETF, azioni e altri titoli hanno una sezione online dedicata al trading e all’investimento.

In alternativa alla banca potete è possibile rivolgersi a quello che si chiama broker.

Un broker non è altro che un intermediario finanziario. Esso permette di comprare gli ETF a prezzi spesso più bassi rispetto alla banca.

In realtà qualsiasi intermediario che dia la possibilità di accedere alla borsa valori sulla quale è quotato un ETF permette di comprarlo.

Per ulteriori informazioni:

Madability SA

Ioinvesto.com

email: info@ioinvesto.com

Sede: via Valdani 1 Chiasso, Svizzera

Telefono: 347 5692885