Cerca

Dossier climatizzatori domestici 2020, tra nuove tecnologie e cambiamento climatico

Comunicato stampa

ENERGIA
Dossier climatizzatori domestici 2020, tra nuove tecnologie e cambiamento climatico

Andrea Pilotti, esperto di elettrodomestici del magazine Guida Acquisti ha recentemente pubblicato la sua ricerca sulle migliori tecnologie applicate ai climatizzatori per la casa.


I climatizzatori sono elettrodomestici che negli ultimi anni sono stati oggetto di una forte spinta tecnologica. Questa escalation è in parte dovuta alla forte competizione tra i brand di riferimento del comparto. I consumatori, sempre più esigenti e attenti a tematiche quali ecosostenibilità, risparmio energetico ed economico, contribuiscono ulteriormente allo sviluppo di nuove tecnologie da parte dei produttori.

In pochi anni, complice anche il cambiamento climatico, siamo passati dal concepire questo elettrodomestico come prodotto esclusivo a vero e proprio bene di prima necessità. Il costante progresso tecnologico ha portato sul mercato modelli più rispettosi dell'ambiente, della salute, dotati di intelligenza artificiale e più attenti ai consumi elettrici.

Tra le tecnologie più interessanti nel settore dei climatizzatori in primis troviamo la possibilità di gestire più split con potenze termiche differenti da parte di una singola unità esterna. Questa tecnologia aumenta enormemente la flessibilità nel dimensionamento di un impianto di climatizzazione multisplit.

Un’altra tecnologia molto interessante consente, attraverso una rete di sensori, di rilevare la temperatura in più punti della stanza, garantendo condizioni di isotermia ed evitando le fastidiose (e per taluni soggetti pericolose) correnti di aria troppo calda o fredda in prossimità dello split. La temperatura, l'umidità, e la velocità del flusso d'aria generate sono costantemente monitorate e adeguate in autonomia dal climatizzatore.

Questa tecnologia inoltre è in grado di rilevare la presenza di persone nell'ambiente per direzionare al meglio il getto d'aria, attivando eventualmente la modalità di risparmio energetico quando nella stanza non c'è nessuno.

Il costante monitoraggio del microclima della stanza è gestito da un sistema dotato di intelligenza artificiale, ennesima dimostrazione di quanto la tecnologia applicata alla climatizzazione stia facendo passi da gigante.

Per efficientare ulteriormente l'omogenea distribuzione del refrigerio negli ambienti, nuovi deflettori microforati con tecnologie al laser producono un flusso d'aria meno diretto e più uniforme.

Il comfort abitativo cresce, e contemporaneamente diminuiscono i costi in bolletta grazie a nuovi e più efficienti scambiatori di calore, ventilatori tangenziali di ultima generazione che garantiscono livelli di ventilazione elevati anche a bassa potenza.

Risparmio energetico e sempre più elevati valori di SEER e SCOP tuttavia non sono gli unici vantaggi che le nuove tecnologie hanno portato nel mercato dei climatizzatori domestici. I nuovi elettrodomestici infatti sono sempre più attenti alla salubrità dell'aria emessa durante il loro funzionamento.

Sofisticati sistemi di ionizzazione rendono l'aria in casa più pulita, facendo affidamento agli ultimi ritrovati nel campo delle nanotecnologie per eliminare la quasi totalità di virus, batteri, allergeni e altri agenti patogeni. Microparticelle di acqua opportunamente ionizzata contribuiscono inoltre a rendere l'ambiente più salubre e confortevole, favorendo il naturale processo di idratazione sia della cute che delle vie aeree superiori.

I nuovi climatizzatori quindi si prendono sempre più cura degli abitanti di casa, ma anche di sé stessi, attraverso sofisticati sistemi di areazione interna che prevengono la formazione di umidità nei condotti e tra le parti meccaniche.

In questo modo, azzerando ristagni di acqua tra condutture e intercapedini, si ottiene il duplice effetto di scongiurare la formazione di ruggine sulle componenti meccaniche, e prevenendo l'insorgere di muffe e batteri dannosi per le persone.

Cresce così anche l'affidabilità delle macchine installate in casa, a tutto vantaggio dei consumatori che saranno costretti a minori interventi di manutenzione per un sostanziale risparmio economico nel tempo.

La ricerca nel campo della climatizzazione si muove a 360 gradi, migliorando anche l'aspetto estetico degli split installati in casa, passando da oggetti con linee squadrate e razionali (e molte volte anche bruttine, a dirla tutta) a complementi d'arredo di design.

Scordiamoci quindi i vecchi e ingombranti cassettoni bianchi a sovrastare porte e infissi, e prepariamoci ad abbellire casa con split dalle linee sinuose, dai colori in grado di fondersi con l'arredo esistente, fino ad arrivare a modelli che riproducono quadri a mò di opere d’arte.

Altro campo dove abbiamo assistito a progressi straordinari riguarda la rumorosità di queste macchine. Fino a non molto tempo fa eravamo abituati a dover sopportare ronzii e fruscii soprattutto durante le ore notturne.

Il movimento di deflettori e ventole, la circolazione e lo scambio dei fluidi interni alla macchina, e il funzionamento costante di componenti elettriche e meccaniche contribuivano ad abbattere significativamente i livelli di comfort acustico durante il riposo. Con una serie di nuove tecnologie di progettazione oggi è possibile godere di aria fresca e al giusto grado di umidità anche durante la notte, senza essere disturbati da continui e fastidiosi rumori.

Componentistica sempre più raffinata dal punto di vista ingegneristico e meccanico, ma anche sofisticati sistemi di gestione elettronica hanno portato sul mercato split in grado di lavorare con bassissimi livelli di rumore, attivando in automatico anche specifiche modalità di funzionamento per le ore notturne ancora più silenziose.

Comunicato a cura di Guida Acquisti - Classifiche e recensioni elettrodomestici Sito web: https://www.guidaacquisti.net