Cerca

Progetto "Challenge4me", tre giorni senza telefonino: gli studenti vincono la sfida

FORMAZIONE E LAVORO
Progetto Challenge4me, tre giorni senza telefonino: gli studenti vincono la sfida

È un progetto dei Lions Club della XII zona – Distretto 108Tb


Si è conclusa ieri 7 marzo, con la verifica dell’apertura delle buste con gli smartphone disattivati, la prima fase di Challenge4 me, la sfida lanciata dai Lions a 450 Studenti delle scuole superiori di Pavullo e Vignola e delle scuole medie di Castelnuovo Rangone, che volontariamente hanno deciso di partecipare al Progetto.

Grazie alla grande collaborazione dei Docenti e delle Direzioni degli Istituti Scolastici interessati, alla collaborazione dell’ASP Unione Terre di Castelli ed al CEIS di Modena ed alla partnership con l’unità di Responsabilità sociale di BPER Banca, il Progetto sta avendo risultati addirittura al di sopra di ogni previsione.

Dai primi risultati, in corso di elaborazione, sembra emergere che una significativa percentuale di partecipanti, pur tra molte difficoltà, sia riuscita a superare la prova

Da segnalare, inoltre, il grande entusiasmo dei giovani “Challenger” e il notevole interesse che Challenge4me sta riscuotendo a livello nazionale sia da parte dei mass-media che degli addetti ai lavori dell’ambito educativo, scuola e formazione.

450 partecipanti, equamente suddivisi tra ragazze e ragazzi e con una prevalenza di adesioni nella fascia scolastica fino alla 3^ superiore, sono numeri che permetteranno ai Lions ed agli esperti di scienze umane coinvolti nel progetto di raccoglere informazioni statistiche e di ricerca scientifica sul fenomeno dell’uso degli smartphone sia per gli aspetti di rischio che di utilità positiva.

“Aspettiamo a diffondere risultati completi sul chi ci è riuscito e chi no, perché vorremmo dare questa importante informazione in apertura della PLENARIA con i 450 ragazzi e loro insegnanti prevista per il 29 marzo presso il Teatro Fabbri di Vignola (Mo).

L’evento sarà una grande Kermesse in cui i ragazzi partecipanti saliranno sul palco per esprimere le sensazioni vissute nel Challenge accompagnati nelle riflessioni da esperti di scienze umane (sociologi, psicologi), insegnanti, medici ed esperti di comunicazione” così si esprime Luca Cantoni, Presidente della XII Zona Lions del Distretto 108Tb che con i Lions Club del territorio ha ideato e costruito il Progetto.

Esperti del CEIS di Modena e dell’ASP dell’Unione Terre di Castelli stanno affrontando con grande cura gli aspetti scientifici che poi verranno esposti in sede di PLENARIA e più specificatamente in un evento per addetti ai lavori che sarà calendarizzato successivamente a questa Kermesse.

Bper Banca sta contribuendo al successo del Progetto non solo con un supporto economico, ma soprattutto con contributi di idee e proposte, anche in considerazione della forte attenzione verso la Generazione Z che grazie alle competenze della sua struttura di Responsabilità Sociale, è resa possibile.