Cerca

Basta battutine: quella dell'influencer Instagram è una vera e propria professione

ICT
Basta battutine: quella dell'influencer Instagram è una vera e propria professione

Instagram e il ruolo dell'influencer


Prato, 25 marzo 2019 - Ormai è risaputo: nel nuovo millennio, la tecnologia ha fatto passi da gigante e, con l'avvento di Internet, ha portato a molte innovazioni, anche in ambito sociale. Un esempio su tutti: Instagram. Tutti ne parlano, tutti lo conoscono, tutti lo usano.

Di cosa stiamo parlando esattamente? Instagram è un social network fotografico dove:
-È possibile seguire altre persone ("following") e/o essere seguiti (dai cosiddetti "followers");
-È possibile pubblicare post consistenti soltanto in foto e/o video;
-È possibile pubblicare storie e/o dirette la cui durata è fissata in 24 ore in entrambi i casi (scaduto il tempo, si autoeliminano).
-Diventare a tutti gli effetti degli utenti Instagram è semplice: basta scaricare, dallo store, l'App sul proprio dispositivo e iscriversi utilizzando una mail e impostando una password.

Poi, il nuovo utente non deve fare altro che iniziare a seguire persone (ad esempio amici, parenti, vip e così via) che a loro volta potrebbero iniziare a seguirlo.
A questo punto, ognuno si può sbizzarrire come meglio crede; ad esempio, scattando una foto, modificandola a proprio piacimento e aggiungendola alla propria galleria. Innumerevoli tutorial sono a disposizione su YouTube allo scopo di spiegare, per filo e per segno, il funzionamento di questo social network.
Instagram può essere quindi considerato uno strumento utilizzabile come passatempo o attività di svago nell'arco della giornata. Questo discorso, però, non è valido per tutti gli utenti. L'utilizzo diffuso di questo social ha visto nascere, nel tempo, una nuova attività professionale: l'influencer.

Chi è questa figura e di cosa si occupa nello specifico?

Già dal suo nome si può capire che si tratta di una persona in grado di influenzare chi lo sta seguendo.

Come ci riesce?
Per riuscire nel suo intento, un influencer deve avere i seguenti requisiti:
-Avere moltissimi followers;
-Creare contenuti in grado di "acchiappare" tantissimi "like Instagram";
-Essere considerato credibile e affidabile.

Qualsiasi persona può riuscire nell’intento di diventare un influencer: basti pensare a Chiara Ferragni che, prima dell'avvento di Instagram, era una ragazza come tante altre.
Non esiste, comunque, una guida specifica che possa insegnare il mestiere (altrimenti tutti diverrebbero influencer). Un aspirante influencer deve intraprendere un percorso tutt'altro che semplice: dovrebbe dedicarsi allo studio dei social, specializzarsi in un determinato settore dove potrebbe affermarsi, creare post di successo e soprattutto non dovrebbe smettere mai di migliorarsi.
Il percorso, ovviamente, richiede molto tempo e tanto impegno.

Perché le aziende hanno bisogno degli influencer?

La nascita di questa figura sui social ha smosso anche le imprese, che hanno deciso di investire su di esse affidando loro il compito di promuoverle.
Quale miglior pubblicità per i loro servizi e/o prodotti che affidarli a una persona che li può promuovere a migliaia di followers?
L'utilizzo dell'influencer è il modo più semplice, veloce ed efficace per fare propaganda.

Una domanda sorge quindi spontanea: quali sono le motivazioni per cui le aziende non possono proprio farne a meno?

Il primo motivo consiste nella tipologia di followers.
La percentuale di adulti sui social è in continua crescita e questo fa sì che l’utenza sia eterogenea per fasce di età e per target di riferimento. In poche parole, è presente ogni tipologia di custode: dunque, nessuna azienda sbaglierà mai ad affacciarsi al mondo dei social networks.
Un altro motivo: maggiore coinvolgimento per i consumatori.
A differenza delle vecchie pubblicità trasmesse in tv, che qualsiasi persona poteva soltanto osservare senza possibilità alcuna di interazione, adesso ognuno può esprimere il proprio pensiero tramite i "like" o commentando il post. In questo modo, l'azienda percepisce il parere del cliente in modo semplice, veloce ed economico e, può usufruirne di questo giudizio per continuare a migliorarsi e rimanere competitiva nel mercato.

Perché aumentare i followers?

Come detto, uno dei requisiti per diventare influencer risiede nell'avere tanti followers.
Questa è una caratteristica fondamentale perché è (anche) in base a questo che viene ricercato dalle aziende e pagato da esse.
Risulta quindi ovvio che un influencer cerchi in tutti i modi di allargare la cerchia dei suoi seguaci per i seguenti motivi:
-Pubblicizzare a più persone contemporaneamente;
-Condividere l'abilità in un certo settore;
-Guadagnare di più.

Esistono delle tecniche per incrementare i followers? In che modo è possibile rendere più popolare un profilo pubblico?

Innanzitutto è molto diffusa la pratica dell’acquisto di followers Instagram (su portali sicuri come per esempio compra-followers.it) per raggiungere ampi numeri in fretta e incrementare, di conseguenza, il numero dei followers reali. Molto importante è anche – al momento della pubblicazione di un contenuto – l'utilizzo degli hashtag perché, in questo modo, si riesce a raggiungere un numero maggiore di persone ottenendo più visibilità.
Anche l'utilizzo delle storie e delle dirette può avere lo stesso effetto. Inoltre, la cura del proprio profilo è necessaria per far capire ai futuri seguaci quali sono le tue caratteristiche principali: l’account deve quindi essere dettagliato e gestito correttamente.
Un altro fattore importante è essere un utente attivo. Si ha maggiore possibilità di aumentare i followers se si cerca di interagire con loro. È bene dunque cercare di ricambiare il "segui", mettere dei "like" tattici e commentare i post pubblici.
Infine, postare foto di qualità e in opportuni momenti della giornata, in particolare quando i social sono maggiormente attivi, completa il quadro delle tecniche consigliate.

Quanto guadagna un influencer?

Chiara Ferragni, la fashion blogger più conosciuta al mondo, è considerata la regina degli influencer. Tuttavia, non è l'unica a essere diventata famosa grazie ai social.
Esordendo nel musical "Il mondo di Patty", anche Lodovica Comello è diventata popolare, grazie anche alle sue versatili abilità di attrice, ballerina, conduttrice tv e cantante.
Inoltre, anche ClioMakeUp è un influencer molto conosciuto nel campo della cosmesi decorativa, tanto da avere un programma tutto suo sul canale Real Time.
Infine, come non citare anche Benedetta Rossi, chef che ha arricchito i social con tutti i suoi video inerenti all'arte della cucina.

Ma quanto guadagna, in media, un influencer?

Le cifre non sono univoche e dipendono più che altro dal livello che è stato raggiunto. Un influencer alle prime armi potrebbe essere pagato da un'azienda con un banale scambio di merci; invece, uno del calibro della Ferragni riesce a percepire cifre esorbitanti, anche superiori ai 5000 dollari per post. Anche per questo motivo, quella dell’influencer Instagram è diventata una vera e propria professione.

Per informazioni:
Roger e Joel Pagini
https://www.marketing-seo.it/
Email: info@marketing-seo.it
Telefono: 055-7478543

Chi sono Roger e Joel Pagini?
Roger e Joel Pagini sono degli imprenditor digitali che hanno fondato la loro attività di digital marketer a partire dal 2008; Nel 2012 hanno aperto un network di siti web utili ad aiutare le star ed i personaggi dello spettacolo ad avere profili social più visitati e un ritorno di immagine sul web migliore. Il sito web principale del network attivo dal 2012 ha come ha l’obiettivo appunto la promozione su tutti i social network dei profili degli artisti, dando loro ed alle aziende di social manager che li rappresentano, gli strumenti e la formazione di cui hanno bisogno per avere successo nel mondo digitale dei social network.