Cerca

Turismo, la via di Ischia per ripartire nell’annus horribilis per il settore

Comunicato stampa

TURISMO
Turismo, la via di Ischia per ripartire nell’annus horribilis per il settore

Napoli, 20 novembre 2020 – Un calo praticamente inevitabile, a causa della pandemia che ha bloccato i viaggi nella stagione primaverile e costretto a salti mortali per “salvare” quella estiva, con la seconda ondata che ha inferto un altro colpo duro a tutto il sistema economico. Di sicuro, il 2020 sarà ricordato come un annus horribilis per il turismo, ma dall’isola di Ischia arrivano alcune storie ed esempi che raccontano i tentativi per ripartire garantendo la sicurezza degli ospiti.


Fatturati in calo, ma proposte turistiche di qualità a Ischia

In un contesto economico fortemente depresso – con cali fino al 95 per cento rispetto ai fatturati del 2019 – il sistema dell’accoglienza dell’isola napoletana ha cercato di resistere e, in molti casi, è riuscito a trasformarsi, pur mantenendo elevato il livello di qualità dell’offerta per i turisti, rimboccandosi le maniche per fronteggiare l’emergenza e attivare nuove proposte sicure per attrarre clienti.

Le idee per rilanciare il settore

Protagonisti di queste operazioni di adeguamento e rilancio rispetto agli effetti di Coronavirus e misure restrittive sono stati non soltanto gli alberghi dell’isola verde, ma anche i portali turistici che operano per queste destinazioni. In particolare, il sito HotelIschia, che permette di confrontare le proposte dei migliori alberghi dell’isola e scegliere la propria destinazione con maggior consapevolezza, ha rimodulato i propri servizi per andare incontro alle nuove esigenze degli utenti.

Com’è cambiata la stagione estiva a Ischia

Il risultato è stato un boom di contatti soprattutto nel periodo estivo, raggiungendo un totale di circa 3500 prenotazioni, giunti non solo tramite il sito online (tasso calato addirittura dell’85 per cento) ma anche attraverso telefonate: rispetto al passato, infatti, è nettamente aumentata la quota di prenotazioni via telefono perché la maggior parte dei clienti preferiva verificare con un operatore la possibilità di beneficiare del “bonus vacanze” per la destinazione individuata e come funzionasse il processo, e solo dopo essersi accertata della risposta favorevole continuavano con una richiesta di preventivo.

Effetto Bonus Vacanze

Proprio il Bonus Vacanze è stato quindi uno degli strumenti di contrasto al Coronavirus che ha dato risultati più concreti, anche per le sue caratteristiche: introdotto dal “Decreto Rilancio” (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020), prevede un contributo fino 500 euro per soggiorni in varie strutture ricettive sul territorio italiano, ed è stato prorogato fino al prossimo 30 giugno 2021 (ma la richiesta va comunque presentata entro il 31 dicembre 2020).

La risposta degli alberghi di Ischia

Come dicevamo, però, anche gli stessi albergatori si sono attrezzati per rispondere in maniera adeguata alla nuova normalità imposta dalla pandemia, attuando attuato misure di distanziamento nelle aree comuni, predisponendo servizi di navetta verso il mare o altre località più frequenti e senza obblighi di orari per ridurre la capienza rispetto ai periodi abituali, offerto upgrade gratuiti a camere comfort e superior, nonché diminuito il numero di camere da occupare - e quindi ridotto l'occupazione, fino ad arrivare in alcuni casi al 70 per cento rispetto alle stagioni classiche.

Nuovi servizi e promozioni per gli operatori turistici

Anche lo stesso portale Hotel Ischia ha teso la mano a chi stava progettando la propria vacanza sull’isola verde, riducendo ad esempio le politiche di cancellazione e offrendo ai clienti la possibilità di annullare la vacanza fino a 3 giorni prima dell'arrivo con la garanzia di non dover subire o pagare nessuna penale per la cancellazione. Inoltre, nel periodo centrale della stagione gli ospiti hanno ricevuto alcuni omaggi, e in particolare un giro dell'isola in barca, un ingresso gratuito al Parco termale, trasporto gratis in Aliscafo o set di prodotti tipici ischitani.

Le tendenze del turismo a Ischia

Nonostante le difficoltà di un’estate a dir poco strana, alcune tendenze non sono cambiate, in particolare per la scelta delle destinazioni: tra i 6 Comuni che compongono l’isola, quelli più “gettonati” si sono confermati Ischia porto o Forio. Nel primo caso, si tratta della zona più amata per la movida e per la localizzazione “strategica” che consente di raggiungere facilmente il porto turistico, la maggior parte delle spiagge più rinomate o Ischia ponte (il centro nevralgico dell’isola), mentre Forio (il comune dall’estensione maggiore) si fa apprezzare per la bellezza delle sue spiagge e per i bellissimi panorami, da cui si può godere di una splendida vista al momento del tramonto sul mare.

Verso una fine anno imprevedibile

Archiviata così la stagione estiva, l’attenzione si sposta ora su quella invernale e sul periodo delle festività di fine anno, dove però rischia di pesare ancora la situazione di incertezza in campo turistico e non solo: la Campania è infatti in zona rossa e quindi non c’è possibilità di fare previsioni, se non sul fatto che il Natale e il Capodanno non saranno con ogni probabilità “normali”. Ciò nonostante, gli alberghi di Ischia e gli operatori stanno comunque cercando di attivarsi con varie proposte per il periodo natalizio, ma per ora la richiesta è molto bassa e non resta che attendere tempi migliori, nella speranza che tutto questo possa diventare a breve solo un ricordo lontano.

BOILERPLATE

HotelIschia.org di Zigoloviaggi srls

Via Tommaso Cigliano, 109 80075 Forio (Na)

P.IVA 08578601216

Tel. 081 18 08 80 50

Email: info@zigoloviaggi.it