cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Immigrati: Cri, e' la maggior emergenza insieme a nuova poverta'

07 maggio 2014 | 17.11
LETTURA: 2 minuti

"Abbiamo due sfide importanti da fronteggiare: le conseguenze umanitarie della crisi economica e i flussi migratori. Sono queste le priorità su cui la Croce Rossa deve concentrarsi". Lo scrive in una nota il presidente della Croce rossa italiana, Francesco Rocca, alla vigilia della Giornata mondiale di Croce rossa e Mezzaluna rossa.

"Migliaia di migranti sbarcano sulle coste del nostro paese e riconoscono nell'emblema di Croce rossa il simbolo di protezione e umanità -scrive Rocca-. Anche a livello nazionale migliaia di persone in difficoltà, famiglie colpite dalla crisi economica vedono nella Croce rossa il punto di riferimento umanitario e sociale. Oggi il mio pensiero è per tutti coloro che rendono ciò possibile: i volontari e i dipendenti che indossano l'emblema della Croce rossa e aiutano i più vulnerabili nelle tante attività che la nostra Associazione svolge su tutto il territorio nazionale".

"In tutto il mondo la Croce rossa e la Mezzaluna rossa aiutano e sostengono 180 milioni di persone ogni anno con programmi per le comunità e nella risposta ai disastri - conclude Rocca -. Ciò che deve guidarci è un emblema universalmente riconosciuto e che proprio quest'anno che ricorre il nostro 150° anniversario deve essere sempre di più simbolo di assistenza ai più deboli, a quegli ultimi che le nostre società sempre di più drammaticamente non vedono".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza