cerca CERCA
Giovedì 02 Febbraio 2023
Aggiornato: 09:04
Temi caldi

Immigrati, Marche: 23 denunce per falsi certificati test italiano

12 maggio 2014 | 14.42
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Ventitre immigrati di nazionalità albanese, kosovara e macedone, quasi tutti residenti a Tolentino, in provincia di Macerata, sono stati denunciati dall'ufficio immigrazione della questura di Macerata perché avrebbero falsificato un'attestazione di superamento del test di lingua italiana. Tutti i certificati, apparentemente rilasciati dall'Università di Perugia - centro per la valutazione e le certificazioni linguistiche nell'anno 2013, sono risultati successivamente contraffatti, come comunicato dallo stesso ente certificatore.

I 23 extracomunitari sono stati quindi tutti denunciati per il reato di cui all'art. 5 comma 8 bis del d.l.286/98 al fine di determinare il rilascio del permesso di soggiorno CE, che può essere presentata da cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti da cinque anni; che non abbiano riportato condanne per gravi specifici reati; che siano in possesso di un reddito non inferiore all'importo dell'assegno annuo sociale pari a 5.400 euro e di un alloggio idoneo e che siano in grado di presentare un attestato di superamento del test di conoscenza della lingua italiana ai sensi dell'art.2 bis dello stesso testo unico.

Le indagini iniziate nel mese di luglio 2013 e coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Macerata Cristina Polenzani, hanno portato anche ad individuare le persone che, sul modello di alcuni veri certificati di conoscenza della lingua italiana, si erano adoperate per falsificarli alterandone i dati, traendo dalla vicenda un ingiusto e rilevante profitto economico a danno di chi poi se ne sarebbe servito per ottenere il permesso di soggiorno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza