cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 11:09
Temi caldi

Immigrati: nuova protesta choc a Ponte Galeria, tunisino si cuce bocca

15 maggio 2014 | 16.14
LETTURA: 1 minuti

Nuova protesta choc al Centro di Identificazione ed Espulsione (Cie) di Ponte Galeria. Ieri un cittadino tunisino si è cucito la bocca con un ago improvvisato costruito con un filo di rame. Lo rende noto il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni. A quanto appreso dai collaboratori del Garante, l'uomo, un 35enne, è trattenuto nella struttura da oltre un mese e riferisce di essere affetto da un disagio psichico. Nel Cie è finito perché fermato in Lussemburgo era stato rimandato, in base al regolamento di Dublino, in Italia.

''Un episodio che dimostra le ragioni che hanno portato lo stesso Ministro Alfano a dichiarare come il problema dell'immigrazione e dell'asilo politico debba essere affrontato da tutta l'Europa'', ha dichiarato Marroni. La protesta autolesionista è durata un'ora. Grazie all'intervento degli operatori della Cooperativa e alla disponibilità mostrata dai funzionari dell'Ufficio Immigrazione l'uomo ha deciso di farsi rimuovere il filo dagli infermieri del Centro. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza