cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:56
Temi caldi

Imprese: brevetti e ingegnerizzazione prototipi con Premio Gaetano Marzotto

17 marzo 2015 | 20.20
LETTURA: 3 minuti

Acquisizione di licenze dei brevetti dalle Università, ingegnerizzazione dei prototipi, test di mercato dei nuovi prodotti, assunzione di personale specializzato, formazione. Attività che il Premio Gaetano Marzotto sostiene per le start up dal 2010, anno della sua nascita (ha durata decennale)

alternate text
Matteo Marzotto e Cristiano Seganfreddo

Acquisizione di licenze dei brevetti dalle Università, ingegnerizzazione dei prototipi, test di mercato dei nuovi prodotti, assunzione di personale specializzato, formazione. Attività che il Premio Gaetano Marzotto sostiene per le start up dal 2010, anno della sua nascita (ha durata decennale). Se ne è parlato oggi a Milano ripercorrendo alcune delle start up vincitrici del premio, come nel caso di Wearable Robotics, che si è aggiudicata 250mila euro nel 2013, o di Tensive (300 mila euro nel 2014). Quest’ultima, in particolare, potrà sviluppare nel corso del 2015 il prodotto e continuerà a operare all’interno della Fondazione Filarete.

Un altro esempio è Liquidweb che grazie al Premio (100mila euro nel 2012) ha avviato l’ingegnerizzazione del prototipo e i test di mercato rivolti alla definizione del business model. Tice, grazie ai 100mila euro vinti nel 2011, ha potuto coprire le spese di un Master di formazione per gli educatori presso l’Università di Parma e ristrutturare la sede.

Per Xmetrics (50mila euro nel 2014) oltre alla visibilità, il Premio ha significato entrare nella sfera di influenza del Polihub, mentre per Solwa (250mila euro nel 2012) il riconoscimento è stata un’occasione per sviluppare network di altissimo profilo.

“Siamo felici - commenta Matteo Marzotto, presidente di 'Associazione Progetto Marzotto' - di ospitare alcune tra le nostre più interessanti startup che si sono distinte e successivamente aggiudicate il prestigioso Premio Gaetano Marzotto nelle scorse edizioni. Le storie di questi innovatori sono unite nell’indelebile fil rouge di una solida e coraggiosa visione, fatta di pragmatismo, responsabilità sociale e, soprattutto, vocazione verso il futuro".

Valori, sottolinea, "che hanno sempre ispirato la stessa visione imprenditoriale e l’operato di mio nonno Gaetano Marzotto, alla cui memoria il Premio è dedicato, e di cui continuiamo a farci promotori rinnovando ogni anno il nostro impegno nel premiare e sostenere le eccellenze imprenditoriali italiane più innovative".

“Abbiamo voluto ripercorrere la storia di queste startup - afferma Cristiano Seganfreddo, direttore generale dell’associazione - e fare con loro il punto rispetto al percorso intrapreso dopo la vittoria del Premio. Oltre agli sviluppi tecnici, alla possibilità di iniziare a realizzare prototipi, di pagare i costi di formazione e assumere personale giovane e motivato, concorrere e vincere il Premio Gaetano Marzotto ha dato grande visibilità alle startup che vi hanno partecipato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza