cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 23:30
Temi caldi

Ambiente: Amazzonia, ogni minuto distrutta foresta pari a 3 campi di calcio

21 maggio 2014 | 15.01
LETTURA: 3 minuti

Nel tentativo di salvare il patrimonio amazzonico, oggi il Wwf firma con il governo del Brasile e una serie di altri partner un accordo per un finanziamento pari a 215 milioni di dollari per i prossimi 25 anni a sostegno del sistema Arpa (FOTO)

alternate text

Nonostante 53 milioni di ettari di foresta amazzonica nel solo Brasile siano protetti, ogni minuto viene bruciata o tagliata una superficie di foresta grande quanto tre campi e mezzo di calcio, oltre un milione e mezzo di ettari l'anno. Risultato: negli ultimi 50 anni ha perso quasi un quinto della sua superficie. Nel tentativo di salvare la foresta amazzonica, oggi il Wwf firma con il governo del Brasile e una serie di altri partner un accordo per un finanziamento pari a 215 milioni di dollari per i prossimi 25 anni a sostegno del sistema Arpa. (FOTO)

Il sistema Arpa è la più grande rete esistente di aree protette per le foreste tropicali, avviata dal Governo brasiliano con l'appoggio del Wwf, che ha l'obiettivo di passare dagli attuali 53 milioni di ettari di aree protette a 60 milioni, un'area equivalente alla Spagna, per abbracciare l'Amazzonia e proteggerla dalla deforestazione. Il progetto, lanciato nel 2002, ha già consentito di realizzare il più grande parco nazionale esistente in ambiente di foresta tropicale al mondo, il parco di Tumucumaque Mountains di oltre 38.000 kmq che raggiungono gli oltre 59.000 con il parco confinante della Guiana Amazon park della Guyana francese.

Il sistema Arpa è uno dei più grossi risultati ottenuti dall'associazione ambientalista per l'Amazzonia insieme al progetto di creazione di un Corridoio Naturale nel cuore della foresta amazzonica lungo il bacino del fiume Putumayo, tra Colombia, Ecuador e Perù su cui anche il WWF Italia sta collaborando. In occasione della Giornata mondiale della biodiversità indetta dall’Onu per il 22 maggio, il Wwf fa appello a tutti perché sostengano la sua iniziativa a favore dell’Amazzonia. Grazie ai suoi sostenitori, ha già raccolto oltre 60.000 sms con campagna “Amazzonia oasi del mondo”, lanciata in occasione della GiornataOasi che si è conclusa il 18 maggio. Ora chiede l’aiuto di tutti su www.wwf.it/amazzonia per proseguire il lavoro della Living Amazon Initiative, l’iniziativa per l’Amazzonia che ha lo scopo di combattere la deforestazione puntando all’ambizioso obiettivo di ‘’zero deforestazione netta’’, proteggere il complicato e prezioso sistema di acque dolci intervenendo affinché le infrastrutture idrologiche e in particolare le dighe adottino criteri di sostenibilità e rispettino le caratteristiche ecologiche del territorio e i diritti delle comunità locali; aumentare la superficie protetta coinvolgendo in questa missione le comunità locali e le popolazioni indigene promuovendo anche sistemi di utilizzo sostenibile delle risorse naturali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza