cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:20
Temi caldi

In reparto Hanoi medici 'parlano' italiano, 1.000 bimbi operati con progetto Bambino Gesù

06 giugno 2014 | 17.16
LETTURA: 4 minuti

alternate text

(Adnkronos Salute) - Diffondere la cultura della salute made in Italy può essere un altro modo per fare impresa all'estero. "Noi crediamo in questo progetto, che stiamo portando avanti in Vietnam fin dal 2007. Oggi abbiamo nel National Hospital for Pediatrics (NHP) di Hanoi un reparto che funziona come fosse un'ala del Bambino Gesù di Roma: con medici vietnamiti formati e coordinati da un nostro operatore, che in un anno hanno eseguito mille interventi sui bimbi, e quest'anno hanno realizzato il primo trapianto di rene da vivente su una bimba". A fare il punto sul progetto del Bambino Gesù in Vietnam, in vista della visita del premier Matteo Renzi, è il presidente dell'ospedale pediatrico, Giuseppe Profiti.

"Non si tratta solo di portare la conoscenza - dice Profiti all'Adnkronos Salute - ma anche di trasmetterla al meglio: il nostro programma ha permesso di formare dei medici ed infermieri locali in grado non solo di operare, ma anche di seguire tutte le tappe di un trapianto, dalla donazione al follow-up. Oggi possiamo dire che Ngoc, la bimba di 10 anni operata a marzo e di cui abbiamo presentato l'intervento in aprile, è tornata a una vita normale. Contiamo i giorni, ma fra poco potrà dichiararsi guarita", spiega Profiti.

"Un successo importante, in un Paese dove il trapianto da cadavere non è un'opzione per motivi culturali e religiosi, che ci ha portato a calendarizzare altri cinque interventi" in cui il donatore è un familiare del piccolo paziente. "Il progetto sulle malattie renali e i trapianti è un programma triennale che segue un primo progetto dedicato alla cardiologia, ed è stato possibile grazie all'unione del Bambino Gesù con Piaggio, il cui programma sociale ha finanziato l'attività in questo periodo. Penso sia un modo innovativo e tutto italiano di fare impresa all'estero, che può davvero portare a molti successi", dice Profiti.

L'intervento sulla bimba è stato condotto da una équipe di specialisti dell'ospedale pediatrico di Roma insieme a personale medico locale, e rientra nelle attività del progetto di cooperazione fra la struttura sanitaria di Hanoi e il Bambino Gesù, sostenuto dal Gruppo Piaggio attraverso la charity 'Vespa for Children'. Il trapianto è stato eseguito il 25 marzo scorso. E il decorso post-operatorio della piccola paziente è stato positivo.

Avviato all'inizio del 2013, il progetto prevede il trattamento di bambini vietnamiti affetti da patologie urologiche complesse - come le malformazioni genito-urinarie e l'insufficienza renale - bisognosi quindi di trattamenti chirurgici, dialisi e trapianto renale. A questo scopo all'interno del NHP è stato realizzato un nuovo reparto che 'parla' italiano, con 30 letti di degenza, ambulatori dedicati e una stanza attrezzata per i piccoli pazienti trapiantati. Dal gennaio 2013 ad oggi sono stati sottoposti a trattamento chirurgico oltre 1.000 bambini affetti da malformazioni del tratto uro-genitale. Solo nella missione di marzo 2014, i medici del Bambino Gesù hanno potuto operare altri 20 bambini con gravi problemi urologici e selezionare i piccoli pazienti con insufficienza renale da sottoporre a trapianto di rene. Per due di loro l'intervento è stato programmato nel mese di settembre.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza