cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 07:12
Temi caldi

Calcio: da Rossi a Zanetti, alla Camera la top 11 degli omonimi

03 giugno 2015 | 15.01
LETTURA: 3 minuti

Tra gli onorevoli tanti cognomi di big del pallone di ogni tempo. Il 'dream team' è da paura.

alternate text
Enrico Zanetti e Xavier Zanetti

Tacconi-Galli-Ferrara. Bruno-Agostini-Carbone. Mauri-Zanetti-Cassano-Rossi-Giordano. E' il dream team delle omonimie tra calciatori e deputati, i primi quasi tutti ex, i secondi tutti ancora in campo. Andando a spulciare i 630 nomi degli onorevoli della XVII legislatura si trovano diversi cognomi identici a quelli illustri della ribalta calcistica di ogni tempo.

Il deputato del Movimento 5 Stelle Vincenzo Tacconi porta lo stesso cognome di un celebre numero uno, Stefano Tacconi, che ha difeso per dieci anni la porta della Juve vincendo due scudetti, una coppa dei campioni, una coppa Italia. La linea difensiva della squadra degli omonimi conta tre big del calcio nostrano, a cavallo tra gli anni Settanta e l'inizio del duemila: Pasquale Bruno, Filippo Galli e Ciro Ferrara. Il primo è stato un arcigno difensore, non a caso soprannominato o' animale per la sua esasperata grinta agonistica, che ha militato nel Toro, nella Juve e nella 'viola'.

Il secondo è stato uno dei pilastri del Milan degli olandesi nell'era Sacchi, il terzo è il celeberrimo difensore di Napoli, Juve e Nazionale. I loro omonimi a Montecitorio sono Franco Bruno del gruppo Misto, Giampaolo Galli (o Carlo Galli, entrambi del Pd), e Francesco, detto Ciccio, Ferrara, di Sel, napoletano come il grande difensore.

In mediana l'inossidabile argentino dell'Inter Xavier Zanetti (il suo 'clone' politico è Enrico Zanetti, di Scelta civica, sottosegretario all'Economia) che da poco ha appeso gli scarpini al chiodo dopo una vita nell'Inter; Stefano Mauri, da 9 anni alla Lazio (alla Camera c'è Matteo Mauri del Pd), una lunga carriera tra Fiorentina, Napoli, Inter, Torino e Lazio. E ancora Benito 'Benny' Carbone (a Montecitorio c'è Ernesto Carbone della segreteria Pd), longevo fantasista di Torino, Roma, Napoli, Inter e di cinque squadre inglesi.

E ancora Alessandro Agostini (nel Pd c'è Luciano Agostini), 'regista' di Fiorentina, Empoli, Cagliari, Torino e Verona. Ma sopratutto, 'Fantantonio' Cassano (il suo omonimo onorevole è il dem Franco Cassano), geniale quanto lunatico trequartista di Bari, Roma, Real, Samp, Milan, Inter e della nazionale.

Davanti, l'indimenticato Pablito Rossi (il suo alias, anche nel nome di battesimo, alla Camera è Paolo Rossi del Pd), attaccante di razza di Vicenza, Juve e Milan, eroe dei mondiali spagnoli del 1982 e pallone d'oro nello stesso anno del mondiale vinto contro la Germania Ovest di Breitner e Rummenigge. Accanto a lui un centravanti d'altri tempi, Bruno Giordano (nel gruppo di Sel alla Camera c'è Giancarlo Giordano), numero 9 di Lazio e Napoli, 129 reti in campionato e 38 nelle coppe. A sfidare questa squadra sarebbero guai per tutti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza