cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 14:57
Temi caldi

Indonesia: napoletana in coma dopo aggressione, appello Calcio Napoli

15 aprile 2014 | 16.50
LETTURA: 2 minuti

Una gara di solidarietà che ha coinvolto anche il Calcio Napoli e mirata a salvare la vita di Valeria Avallone, napoletana da anni residente a Bali, in Indonesia, in coma a seguito di un'aggressione avvenuta venerdì scorso. A lanciare il grido di aiuto sono stati il marito Luca e il figlio Marlon, che tramite il sito di fund raising 'YouCaring' hanno diffuso la notizia chiedendo un contributo per salvare Valeria, che si trova nel reparto di rianimazione del Bali Med Hospital di Denpasar.

E' il marito a raccontare quanto avvenuto: "Alle 11.30 di venerdì sera a seguito di un'aggressione è rimasta a terra inconscia, con molteplici lividi sulla schiena, una clavicola rotta e fratture mutiple alla testa. Valeria ha subito una operazione d'urgenza al cranio per rimuovere un vasto ematoma. Ha bisogno di assitenza 24 ore in un reparto di terapia intensiva; le spese gia superano i 10mila dollari e ogni giorno richiede circa 8-900 dollari. Il nostro scopo e' pagare le spese necessarie e trasportarla in Italia appena sara' in grado di muoversi per continuare le cure e la riabilitazione".

L'appello ha richiamato l'attenzione di molti sui social network ed è arrivata alla Società Sportiva Calcio Napoli, che sul suo sito ha diffuso un comunicato con il quale "esorta alla solidarietà di partecipare alla raccolta fondi avviata per le cure necessarie affinché si possa salvare la vita a Valeria". Nell'aggiornare sulle condizioni della moglie, Luca spiega che l'operazione è riuscita e la situazione sta migliorando, ma Valeria è ancora in coma e attaccata a un respiratore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza