cerca CERCA
Venerdì 30 Settembre 2022
Aggiornato: 17:57
Temi caldi

Lavoro:InfoJobs.it, +31% offerte disponibili primo semestre 2014

24 giugno 2014 | 16.53
LETTURA: 3 minuti

I settori che generano più richieste di lavoro sono Internet, programmi e servizi informatici.

alternate text

“Il mercato italiano del lavoro conferma il dinamismo che si andava registrando a fine 2013 e vede nel primo semestre di quest’anno una crescita del 31% in termini di offerte disponibili”. E’ quanto emerge da ‘Jobs in progress’, rapporto periodico sul mercato del lavoro in Italia, che InfoJobs.it, la principale realtà italiana ed europea nel settore del recruiting on line per numero di offerte di lavoro, traffico Internet e numero di curricula vitae in database, pubblica sulla base dell’analisi dei dati derivanti dalle ricerche di personale in questa prima parte dell’anno.

Come nel 2013, i settori che generano più richieste di lavoro sono Internet, programmi e servizi informatici (quasi il 25% delle offerte pubblicate on line da gennaio a giugno 2014), le telecomunicazioni (il 20%), le vendite ingrosso, commercio e la gdo (oltre il 12%). I primi sei mesi di quest’anno vedono crescere le offerte nei comparti pubbliche relazioni ed eventi (7,9% del totale), insegnamento e formazione (5,9%) e marketing e pubblicità (5,6%), mentre restano sostanzialmente stabili rispetto al 2013 le posizioni disponibili nei settori della consulenza manageriale e revisione (3,4%) e sanità (1,3%).

Sul podio delle categorie più ricercate nella prima metà del 2014 figurano operai, addetti alla produzione e al controllo qualità (22% delle offerte pubblicate on line da gennaio a giugno 2014), vendite (17%), esperti di amministrazione, contabilità e segreteria (10%). In crescita rispetto all’anno scorso i professionisti del marketing e della comunicazione (4%), poco significative le variazioni per le altre categorie professionali.

“I segnali che provengono dal mercato del lavoro -ha commentato Giuseppe Bruno, general manager di InfoJobs.it- sono molto chiari. Le aziende si orientano sempre di più verso una crescente specializzazione e tendono a privilegiare i profili tecnici, con competenze comprovate e un bagaglio personale ben definito. Per i candidati, questo significa non smettere mai di coltivare la propria formazione, approfondendo ad esempio la padronanza delle lingue straniere e dei principali strumenti informatici, oltre alle conoscenze più specifiche del proprio settore”.

Le offerte di lavoro si concentrano, analogamente a quanto osservato nel 2013, in Lombardia (33% delle offerte pubblicate on line da gennaio a giugno 2014), Emilia Romagna (13%), Veneto (13%), Piemonte (9%) e Lazio (9%).

Le regioni del Centro-Sud, che nella prima parte dell’anno non hanno visto crescere in modo rilevante le opportunità occupazionali, avranno probabilmente un’incidenza superiore nei mesi estivi, quando si concentrano le offerte di lavoro stagionale legate al turismo e alla ristorazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza