cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Inps, Morra: "Conosco Tridico, non è alla ricerca di soldi o di 100 euro in più"

27 settembre 2020 | 16.49
LETTURA: 1 minuti

Il senatore del M5S: "Origine stipendio Tridico è giugno 2019, dov’era chi si scandalizza? - 150mila euro non stipendio più alto Pa"

alternate text
(Fotogramma)

“Conosco Pasquale Tridico, e per l’idea che me ne sono fatto non è certamente una persona alla ricerca di soldi, a tutto pensa tranne che a prendere 100 euro in più o 100 euro in meno, anche se è vero che non è una questione di 100 euro. Credo sia una conseguenza più o meno prevedibile di un antefatto nato male, perché se il presidente dell’Inps deve guadagnare 62mila euro lordi, credo che in tante altre posizioni apicali di amministrazioni pubbliche verrebbe la tremarella”. Lo dichiara all’AdnKronos il senatore del M5S Nicola Morra, intervenuto sulle polemiche relative all'aumento di stipendio di Tridico a capo dell'Inps.

“Per cui - aggiunge - dovremmo domandarci se non sia la conseguenza di qualcosa nato male e sviluppatosi non benissimo. Vero è che, per quello che mi risulta, perché non seguo con attenzione le retribuzioni lorde e nette dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni, mi pare che uno stipendio di 150mila euro l’anno, importantissimo, sia chiaro, non è certamente lo stipendio più costoso nelle Pa”. Subito dopo Morra sottolinea: “Leggevo che questi aumenti sarebbero stati in qualche modo originati da una scelta voluta dal governo gialloverde, perché tutto sarebbe stato avviato a giugno del 2019. Di conseguenza, chi all’interno di quel vecchio mondo oggi si scandalizza, dovrebbe domandarsi dov’era quando veniva avviata questa procedura”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza