cerca CERCA
Sabato 25 Settembre 2021
Aggiornato: 08:13
Temi caldi

Intercettazioni, fonti Iv: "Votiamo fiducia a testo Bonafede"

18 febbraio 2020 | 13.53
LETTURA: 2 minuti

Poi l'avvertimento: "Chi votasse emendamenti non condivisi con il resto della coalizione sarebbe responsabile della rottura della maggioranza"

alternate text
(Fotogramma)

"Sul dl intercettazioni Italia Viva voterà lealmente la fiducia al testo proposto da Bonafede e approvato dal Cdm. Qualunque altra modifica potrà passare soltanto attraverso emendamenti condivisi da tutte le forze di maggioranza". Così fonti di Italia Viva che avvertono: "Chi votasse emendamenti non condivisi con il resto della coalizione sarebbe responsabile della rottura della maggioranza. Ci auguriamo che prevalgano saggezza e unità".

Quindi la conferma su Twitter del capogruppo di Iv al Senato Davide Faraone: "A scanso di equivoci. Noi votiamo la fiducia su DL intercettazioni come chiesto dal Governo. Per cambiarlo serve il consenso di tutti. Chi forza a colpi di emendamento spacca la maggioranza. Sì fiducia, no provocazioni".

"Ci va bene il testo di Bonafede uscito dal Cdm o un testo che rispetti la sentenza della Cassazione, non capiamo perché ci si intestardisca su altro". E' quanto si riferisce da fonti Iv dopo la mediazione nella maggioranza che ha portato al ritiro dell'emendamento Grasso e alla presentazione di un nuovo emendamento.

Intanto è riapertura dei termini per la presentazione dei sub emendamenti e lo slittamento della discussione generale a domani mattina e non più, come era stato previsto, questa sera alle 18,30. E' questo lo scenario che si va profilando in commissione Giustizia al Senato, dove la maggioranza è riuscita a trovare un'intesa sul contestato emendamento che stabiliva dei cambiamenti alle norme che autorizzano le intercettazioni. Il testo, come ha spiegato il deputato Andrea Giorgis (Pd) che ha fornito una 'consulenza' ai colleghi del Senato, "è un'ipotesi di ragionevole equilibrio che tiene insieme la tutela delle garanzie e le esigenze investigative". Aver trovato un punto di equilibrio non vuol dire aver trovato la soluzione definitiva, perché sull'emendamento deve ora pronunciarsi Italia Viva.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza