cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 20:52
Temi caldi

Abi: frena il calo dei prestiti e ad agosto scende ancora il tasso medio dei mutui

16 settembre 2014 | 17.46
LETTURA: 2 minuti

Ad agosto 2014 il tasso medio sulle nuove operazioni per l'acquisto di abitazioni si è ridotto al 3,19%. In calo anche il tasso per i finanziamenti alle imprese, al 2,89%

alternate text

Scendono ancora i tassi sui mutui. Ad agosto 2014, secondo quanto emerge dal Bollettino mensile dell'Abi, i tassi di interesse sui prestiti si sono infatti assestati in Italia su livelli ancor più bassi.

Il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni si è ridotto al 3,19% (3,23% il mese precedente e segnando il valore più basso da giugno 2011; 5,72% a fine 2007). Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese si è ridotto al 2,89% (il valore più basso da marzo 2011) dal 3,09% di luglio 2014 (5,48% a fine 2007). Il tasso medio sul totale dei prestiti è risultato pari al 3,77% (3,81% il mese precedente; 6,18% a fine 2007)

Frena anche il trend di caduta dei prestiti bancari. Ad agosto 2014 (ben prima dell'avvio della nuova TLTRO), secondo quanto emerge dal Bollettino mensile Abi, la dinamica è in miglioramento. Il complesso dei finanziamenti registra una più lieve contrazione su base annua (-2,3% in miglioramento rispetto al -2,5% del mese precedente e dal -4,5% di novembre 2013, quando aveva raggiunto il picco negativo). I finanziamenti a famiglie e imprese si posizionano al - 1,1% come variazione annua ad agosto 2014 dal -1,3% del mese precedente e -4,5% a novembre 2013. Questo di agosto 2014, fa notare l'Abi, per i prestiti bancari "è il miglior risultato da luglio 2012". Dalla fine del 2007, prima dell'inizio della crisi, ad oggi i prestiti all'economia sono passati da 1.673 a 1.818 miliardi di euro, quelli a famiglie e imprese da 1.279 a 1.418 miliardi di euro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza