cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 00:27
Temi caldi

Adnkronos International Italiano

Le notizie Adnkronos dedicate al panorama internazionale con particolare attenzione allo scenario mediorientale.

Mo, Ely Sok (Msf): Speriamo nella calma, qui nulla è prevedibile"

L'auspicio è la "calma" e la speranza è nei "negoziati" all'indomani della "follia" che si è consumata a Gerusalemme, mentre tutto è pronto per aiutare le autorità sanitarie nella Striscia di Gaza dopo l'escalation delle ultime ore. Da Gerusalemme parla con Aki - Adnkronos International Ely Sok, capomissione di Medici Senza Frontiere (Msf) nei Territori palestinesi, francese, da due quasi anni in Israele, dove la parte più difficile del lavoro è che "nulla è prevedibile".

alternate text

Al-Sisi, 'crisi causata da Ever Given ha dimostrato che non c'è alternativa al Canale Suez'

La crisi provocata dall'incagliamento del cargo Ever Given ''ha dimostrato che non c'è un'alternativa valida al Canale di Suez''. Lo ha dichiarato il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi recandosi a Suez il giorno dopo del disincaglio della gigantesca portacontainer che per quasi una settimana ha bloccato il transito del canale in entrambe le direzioni. ''Forse questa crisi ha mostrato ancora di più quanto è importante il Canale di Suez'', ha detto al-Sisi, sottolineando il fatto che ''colleg...

alternate text

Iraq, testimonianza da Erbil: 'Aspettiamo il Papa, speranza per tutti'

Una visita che ha "un'importanza particolare", che "significa grande speranza per tutto il popolo iracheno", per un Iraq ferito dalla guerra, dal terrorismo, dall'Isis, che fa i conti con la pandemia di coronavirus. Raid Michael, iracheno della comunità siro cattolica, attende a Erbil l'arrivo di Papa Francesco, aspetta la messa di domenica nello stadio di Erbil. "Andrò sicuramente", dice ad Aki - Adnkronos International. E' originario della zona di Ninive, la sua famiglia vive a Qaraqosh, e lui ...

alternate text

Nucleare, Iran riprende arricchimento uranio al 20%

L'Iran ha ripreso l'arricchimento dell'uranio al 20% nel sito nucleare sotterraneo di Fordo. Lo ha annunciato il portavoce del governo all'agenzia di stampa 'Mehr'. "Pochi minuti fa è iniziato il processo di produzione di uranio arricchito al 20% nel complesso di Fordo", ha dichiarato Ali Rabiei.

alternate text

Covid, al via sperimentazione vaccino made in Teheran

L'Iran ha avviato oggi la sperimentazione clinica del proprio vaccino contro il coronavirus, il Coviran Barekat, prodotto nei laboratori della Repubblica islamica grazie all'Eiko (l'organizzazione 'Esecuzione dell'Ordine dell'Imam Khomeini'). Lo rende noto la televisione di stato iraniana, spiegando che una prima dose è stata somministrata a tre volontari alla presenza del ministro della Sanità. La prima a ricevere il vaccino è stata la figlia del direttore di Eiko Mohamad Mojber.

Energia: idrogeno verde, il Marocco in pole position

Sviluppare la produzione interna di idrogeno verde: il Marocco ha lanciato la sua sfida e punta a una fetta importante del mercato internazionale. Il Regno "ha raggiunto diversi obiettivi preparatori per contribuire all'emergere di una filiale dell'idrogeno verde", ha detto il ministro dell'Energia, delle miniere e dell'ambiente, Aziz Rabbah, in dichiarazioni riportate dai media ufficiali marocchini in occasione della prima edizione del World Ptx Summit 2020, che si è tenuto in video conferenza l...

Marocco: media, trattative per aumentare partecipazione Endesa a Tahaddart

"Endesa, società controllata da Enel, sta concludendo le trattative con il governo del Marocco e l'Office Nationale de Electricité (Onee) del Paese per aumentare la partecipazione, del 32%, della controllata spagnola nella grande centrale a ciclo combinato di Tahaddart". Lo ha riportato il sito spagnolo La Información. Endesa, si legge, gestisce l'impianto a gas, a cui partecipano anche Siemens (20%) e Onee, dove sono in corso progetti di ampliamento.

alternate text

Iran, rinviata esecuzione del ricercatore Djalali

E' stata "rinviata di alcuni giorni" l'esecuzione di Ahmadreza Djalali. Lo fa sapere all'Adnkronos la moglie del ricercatore iraniano, Vida Mehrannia, che spiega di aver appreso la notizia dall'avvocato del marito Haleh Mousavian. "E' una buona notizia, ma ora non so cosa accadrà" afferma ad Aki-Adnkronos International.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza