cerca CERCA
Venerdì 22 Settembre 2023
Aggiornato: 14:22
Temi caldi

Biden all'Onu: "Usa e Ucraina vogliono la pace, è Russia a sbarrare la strada"

19 settembre 2023 | 16.23
LETTURA: 3 minuti

"Dobbiamo continuare a stare contro l'aggressione sfacciata di oggi per impedire il possibile aggressore di domani"

Joe Biden all'Onu (Afp)
Joe Biden all'Onu (Afp)

"Gli Stati Uniti vogliono che questa guerra finisca, nessuno più dell'Ucraina vuole che finisca, solo la Russia ha il potere e la responsabilità di farlo e ora sbarra il cammino della pace perché vuole la capitolazione e il territorio dell'Ucraina". Così Joe Biden nel discorso pronunciato oggi all'Assemblea Generale dell'Onu.

Leggi anche

"La Russia crede che il mondo si stancherà e le permetterà di brutalizzare l'Ucraina senza conseguenze", le parole del presidente Usa, secondo quanto anticipato dalla Casa Bianca, affermando invece che "Stati Uniti insieme agli alleati continueranno a stare al fianco del coraggioso popolo dell'Ucraina. Dobbiamo continuare a stare contro l'aggressione sfacciata di oggi per impedire il possibile aggressore di domani".

"Se abbandoniamo i principi base della carta dell'Onu per pacificare un aggressore, può ogni Paese membro essere sicuro di essere protetto? Se permetteremo che l'Ucraina sia smembrata, l'indipendenza di ogni nazione potrà essere sicura? La risposta è no", continua il discorso di Biden.

All'Assemblea Generale dell'Onu, il presidente americano sottolinea, secondo quanto anticipato dalla Casa Bianca, che "gli Stati Uniti vogliono un mondo più sicuro, più prospero ed equo per tutti, perché sappiamo che il nostro futuro è legato al vostro. E nessuna nazione può affrontare le sfide attuali da soli".

Onu

E ribadisce la posizione degli Stati Uniti in favore di un allargamento del Consiglio di Sicurezza, già annunciata nel discorso dello scorso anno: "Abbiamo bisogno di più voci, di più prospettive al tavolo".

"Stiamo avviando una serie di consultazioni con gli Stati membri per trovare terreno comune", aggiunge il presidente americano, spiegando che non solo il Consiglio di Sicurezza ma anche le altre istituzioni internazionali create dopo la Seconda Guerra Mondiale devono essere "aggiornate" per diventare "più rappresentative" in particolare di "nazioni che non sono state sempre rappresentate". Biden è l'unico leader dei cinque Paesi membri permanenti del Consiglio che partecipa a questa sessione dell'Assemblea Generale dell'Onu.

Clima

Il presidente Usa parla anche del clima. "Ondate di caldo da record negli Stati Uniti e la Cina, incendi boschivi che divampano nel nord America e nell'Europa meridionale. Il quinto anno di siccità nel Corno d'Africa. Le tragiche alluvioni in Libia che hanno ucciso migliaia di persone: prese insieme queste istantanee ci raccontano l'urgenza di quello che ci aspetta se non riduciamo la nostra dipendenza dai carburanti fossili e iniziamo a proteggere il nostro mondo", afferma il presidente americano, secondo quanto anticipato dalla Casa Bianca, ricordando che "sin dal primo giorno" la sua amministrazione ha "trattato la crisi come una minaccia esistenziale non solo per noi ma per l'umanità".

Cina

Poi la Cina. "Quando parliamo di Cina voglio essere chiaro e coerente: vogliamo gestire in modo responsabile la competizione tra i due Paesi così che non sfoci in conflitto", scandisce il presidente americano. "Noi risponderemo ad aggressioni e intimidazioni e difenderemo le regole", aggiunge, riferendosi in particolare alla libertà di navigazione e alle pratiche commerciali inique.

"Ma siamo anche pronti a lavorare insieme alla Cina su questioni dove i progressi si fondano sui nostri sforzi comuni", dice ancora riferendosi alla crisi climatica. E ribadisce che Washington non intende separare l'economia Usa dalla Cina: "Ho detto che siamo per la riduzione dei rischi, non per disaccoppiamento".

Africa

"Non arretreremo dai valori che ci fanno forti", afferma Biden, sottolineando come i colpi di Stato avvenuti "in rapida successione" in Africa, in Niger e in Gabon, ci ricordano come la lotta contro la corruzione e per il rafforzamento della democrazia "sia più urgente che mai". Il presidente americano ha infine ribadito il sostegno degli Stati Uniti a Unione Africana ed Ecowas.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza