cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:20
Temi caldi

Internet: quasi 2 utenti su 3 in Italia leggono notizie online ogni giorno

04 giugno 2015 | 14.09
LETTURA: 3 minuti

Il sito o l'App della testata giornalistica sono la prima fonte di informazione per gli webnauti

alternate text

Quasi 2 utenti internet su 3 in Italia leggono notizie online ogni giorno. Il sito o l'App dell'editore della testata giornalistica sono la prima fonte di informazione (38%); seguono, a pari merito (23%), i social network e i portali generalisti. Su Facebook, il 48% degli iscritti legge tutti i giorni o quasi articoli di giornale e news trovati nei post; su Twitter accade per il 35% degli utenti. Gli Internet media nel 2015 raggiungeranno i 2,2 miliardi di euro. Sono alcuni dei dati più significativi tra quelli presentati oggi dall'Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano in occasione del convegno 'Internet Advertising: verso il 30% del mercato'.

Nel mercato complessivo dei media (Pay e Advertising) che in 7 anni perdono quasi un quinto del valore iniziale, l’unica componente che cresce è quella dei media abilitati da Internet, spiega l'Osservatorio.

Con un incremento di quasi il 10% nel 2015, gli Internet media arrivano a valere il 15% del mercato media. Sul mercato pubblicitario il peso di Internet è già molto più rilevante, stimiamo intorno al 30% alla fine di quest’anno.

Alla base della crescita, c’è la spinta delle componenti più innovative, come Social (oltre il +40%), Video Advertising (+15% circa) e ricavi pubblicitari su Smartphone (intorno al +40%). Tuttavia, le Media Company tradizionali italiane controllano meno di un quarto del mercato degli Internet media, quando nel 2008 ne presidiavano quasi la metà. Dalle oltre 450 startup finanziate a livello internazionale nel corso del 2014 possono arrivare idee e soluzioni efficaci per innovare il business e valorizzare al meglio i propri asset.

In uno scenario in cui giornalmente si collegano alla rete circa 22 milioni di utenti, spiegano gli esperti del Politecnico, gli Internet media, ossia tutti i media digitali fruiti su protocollo IP, si confermano l’unico comparto che fa registrare performance positive nell’intero mercato dei Media. “Gli Internet media potrebbero raggiungere nel 2015 una quota di mercato pari al 15% del totale mezzi, in uno scenario complessivo che in 7 anni ha bruciato quasi un quinto del suo valore”, afferma Andrea Rangone, coordinatore degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

“È soprattutto nel mercato pubblicitario - spiega - che gli Internet media risultano sempre più decisivi. Di fatto, Internet è da due anni il secondo mezzo per investimenti pubblicitari in Italia, dopo il sorpasso sulla stampa avvenuto nel 2013; con un +11% nel 2014, ha raggiunto una quota di mercato pari al 27% e nel 2015 stimiamo possa arrivare a valere il 30% del totale mercato pubblicitario sui media italiani".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza