Cerca

Jolie: "Io e Pitt siamo felici di tornare sul set insieme, ma anche un po' nervosi"

Jolie: Io e Pitt siamo felici di tornare sul set insieme, ma anche un po' nervosi

Infophoto

"Non è un film d'azione. E' un piccolo dramma intimo. L'ho scritto per noi alcuni anni fa. Sarà una pellicola sperimentale e indipendente". Angelina Jolie svela in un'intervista all'Inquirer alcuni nuovi particolari di 'By the sea', il film che la vedrà tornare a recitare al fianco di Brad Pitt a nove anni da 'Mr. Mrs. Smith', la pellicola che li ha fatti conoscere e innamorare. Ma questa volta l'attrice sarà anche regista e dirigerà per la prima volta il compagno. Le riprese inizieranno a fine agosto sull'isola di Gozo a Malta e dureranno otto settimane e l'attrice e regista rivela che sia lei che Pitt sono felici, ma un po' nervosi con l'avvicinarsi del set. "Siamo stati molto timorosi per anni -confessa- all'idea di fare un nuovo film insieme perché può essere pesante per una relazione attraversare un'esperienza così insieme. Non è facile. Avevamo paura di non essere in grado di gestire il nostro ruolo di attori insieme al resto. Ma sentiamo che ora siamo nella situazione giusta per farlo. Siamo entusiasti della sfida, che peraltro sarò io a dirigere". Secondo la Jolie, Pitt, che sarà il protagonista, è altrettanto entusiasta. "Ovviamente, Brad è d'accordo che sia diretto da me ed è felice di lavorare con me. Ed è di grande aiuto, che è meraviglioso, perché anche lui curerà altri aspetti produttivi del film", aggiunge l'attrice-regista che sta completando nel frattempo la post-produzione di 'Unbroken', il suo secondo film da regista, incentrato sulla vita di Louis Zamperini, un corridore olimpico americano che è stato tenuto prigioniero dalle forze giapponesi durante la seconda guerra mondiale, e che è scomparso il mese scorso, a 97 anni.


Per 'Unbroken' Jolie Pitt hanno vissuto un'esperienza inedita e molto particolare: "Era la prima volta che Brad e io eravamo contemporaneamente su un set, perché lui stava girando 'Fury'". E i due film, per coincidenza, erano entrambi ambientati nella seconda guerra mondiale. "Lui -racconta la Jolie- era a Londra per le riprese e io ero in Australia. Ma abbiamo reso questa distanza romantica. Abbiamo deciso che, invece di essere tristi per la separazione, avremmo usato questa situazione per scriverci lettere a vicenda. Visto che lui si trovava in quello che ai tempi della guerra era il Teatro Europeo e io ero nel Teatro del Pacifico. Abbiamo cercato di immedesimarci in chi a quel tempo era rimasto separato per mesi se non per anni. E' stato un esercizio bello e utile. E ci ha tenuto uniti".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.