Cerca

Cinema: Bellaria 32 al via, con premio speciale alla carriera ad Amelio

SPETTACOLO

Roma, 22 apr. (Adnkronos/Cinematografo.it) - Il Bellaria Film Festival 2014 ha una nuova direzione, da quest'anno nelle mani di Simone Bruscia e Roberto Naccari, ma l'anima è la stessa. Il documentario resta infatti al centro della manifestazione, così come lo saranno gli autori emergenti o che al contrario hanno già ampiamente dimostrato di esprimersi al meglio nel genere come Leonardo Di Costanzo e Alberto Fasulo, protagonisti di animati incontri con il pubblico. La novità vera è però che il tradizionale Premio speciale Casa Rossa alla carriera sarà ritirato da un documentarista per caso, Gianni Amelio, il cui Felice chi è diverso ha folgorato gli spettatori dell'ultima edizione del Festival di Berlino e commosso i tanti che hanno avuto la fortuna di vederlo.


Il #BFF32 (1-4 maggio) non è solo omaggi e premi speciali, in effetti il fulcro rimane il Concorso Italia Doc con una selezione della produzione recente avente come filo rosso l'attenzione al passato, il desiderio di rivedere e raccontare le storie di ieri. Undici i titoli, molti dei quali già passati e apprezzati in vari festival italiani; in sostanza un meglio del meglio che permette di apprezzare appieno la vitalità del nostro documentario. Si va quindi da I fantasmi di San Berillo di Edoardo Morabito a L'uomo sulla luna di Luciano Ricci, da Posidonia. I fondali della metropoli di Marcello Anselmo a Sale di Lele Marcojanni. A giudicarli Mario Balsamo, Martha Capello, Agostino Ferrente, Pinangelo Marino e Giovanni Piperno.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.