Cerca

Sanremo: Grillo, comizio contro la Rai sul red carpet, riprendiamocela

"Il servizio pubblici deve essere senza partiti e senza pubblicita'"

SPETTACOLO

Un comizio quasi tutto contro la Rai, sebbene c'e' spazio anche per attaccare Enrico Letta, Matteo Renzi e Laura Boldrini. Beppe Grillo arriva sul red carpet davanti all'ingresso del Teatro Ariston e si posiziona sul palchetto usato dalle trasmissioni Rai per iniziare il suo discorso contro Viale Mazzini a pochi minuti dall'inizio dell'evento piu' importante e simbolico del servizio pubblico. Il leader del Movimento 5 Stelle attacca tutti: il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, colpevole di aver gioito per la raccolta pubblicitaria che ha superato i costi del festival ("una balla perche' si e' azzerata la raccolta sugli altri canali"), il vertice Rai che "ha 10.000 dipendenti e prende 1 miliardo e 700 mila euro di canone e da' 1 miliardo e 400 milioni in appalti esterni".


"Dobbiamo riprenderci la Rai -urla Grillo- il servizio pubblico senza partiti e senza pubblicità dentro, dobbiamo cambiare l'azienda". Nel mirino anche il dg della tv pubblica: "Gubitosi ha portato le perdite dall'azienda da 200 a 400 milioni. E ora dove andrà' All'Eni, all'Enel, magari con 4.5 milioni di buonuscita? E' questa la Rai che volete? E poi il Tg1, il Tg2 e il Tg3 gestiti dai partiti... basta! Tutto questo avviene con i soldi vostri, pagati con il canone. Allora andate a casa ed appendetevi per i piedi perche' questo e' un paese al contrario. O vi rovesciate o non capirete niente".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.