Cerca

Stelle e meteore del Festival di Sanremo

Eros Ramazzotti nel 1984 è stato il primo vincitore della sezione Giovani con 'Terra promessa'

SPETTACOLO
Stelle e meteore del Festival di Sanremo

Eros Ramazzotti durante l'esibizione del 1984 al Festival di Sanremo

Da Eros Ramazzotti ad Andrea Bocelli, da Laura Pausini ad Alex Britti. Sono molti i cantanti che, grazie alla vittoria al Festival di Sanremo nella sezione Giovani, sono diventati famosi. Ma c'è anche chi, dopo essere salito sul palco dell'Ariston e aver portato a casa la statuetta del Leone, è rimasta una meteora della canzone italiana.


Il primo vincitore della sezione Giovani, nel 1984, è stato Eros Ramazzotti con 'Terra promessa', allora 18enne. Inizia da lì la notorietà, anche internazionale, del cantautore romano. Michele Zarrillo vince nel 1987 con la 'Notte dei pensieri' ma, in realtà, aveva partecipato al Festival già precedentemente e parteciperà più volte anche negli successivi. Anche per Mietta Sanremo è un trampolino di lancio, così come per Marco Masini e Paolo Vallesi. Laura Pausini ha 19 anni quando nel 1993 vince nella sezione Novità con il brano 'La solitudine'. L'anno successivo è Andrea Bocelli ad aggiudicarsi la statuetta del Leone con 'Il mare calmo della sera'. Quando Alex Britti vince nel 1999 con 'Oggi sono io' è già reduce del successo di 'Solo una volta (o tutta la vita)', mentre Anna Tatangelo aveva solo 15 anni quando vince il Festival nella sezione Giovani nel 2002.

Nel 2009 è la volta di Arisa con 'Sincerità'. Sanremo è un trampolino anche per Raphael Gualazzi e Rocco Hunt. Ma in questi 30 anni non sono poche le meteore. Una di queste è Cinzia Corrado che nella sezione Giovani si piazzò prima nel 1985 con 'Niente di più'. Lena Biolcati, parente della cantante Milva, con 'Grande grande amore' vinse nel 1986. Pupilla dei Pooh, ora scrive sceneggiature per commedie musicali ed è impegnata nell'insegnamento del canto in diverse accademie di musical e come vocal coach.

Anche i Future, gruppo musicale che arrivò primo nel 1988 con 'Canta con noi', sono scomparsi praticamente subito dalla circolazione. La palermitana Francesca Alotta, ex ragazza Compilation di 'Domenica in', nel 1992 con il brano 'Non amarmi' cantato in coppia con Aleandro Baldi vince nella categoria dei Giovani. La canzone diventa un tormentone. Lei l'anno dopo si presenta all’Ariston da sola con 'Un anno di noi' che, censurata perché considerata un elogio all’adulterio, diventa un altro tormentone. Da allora però si sono perse le sue tracce.

Dei Neri per Caso, gruppo 'a cappella' italiano, si è sentito parlare ancora per un po' dopo la vittoria all'Ariston con 'Le ragazze' nel 1995. Annalisa Minetti aveva già fatto parlare di sé nel 1997 con la sua partecipazione a Miss Italia. Nel 1988 partecipa a Sanremo e, grazie al regolamento di quell’anno che permette ad alcuni giovani di passare nella sezione dei Campioni, vince con il brano 'Senza te o con te'.

Jenny B, all’anagrafe Giovanna Bersola, con 'Semplice sai' vince tra le Nuove proposte di Sanremo 2000. L’anno dopo, la cantante di colore ci riprova tra i Big con il brano 'Anche Tu', che si piazza sesto. Da allora non 'ha battuto un colpo'. Nel 2001 è la volta dei Gazosa con 'Stai con me (Forever)', nel 2005 di Laura Bono con 'Non credo nei miracoli' e nel 2006 di Riccardo Maffoni con 'Sole negli occhi'. Tutte meteore...



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.