Cerca

Il Concertone si apre con un minuto di silenzio per Nepal e migranti

SPETTACOLO
Il Concertone si apre con un minuto di silenzio per Nepal e migranti

"A volte il rumore più assordante può essere il silenzio". Il Concertone del Primo Maggio di piazza San Giovanni parte con un minuto di silenzio in segno di solidarietà nei confronti della popolazione del Nepal e dei migranti che muoiono nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Alle 15 in punto, prima di dare il via alla maratona musicale che durerà fino a mezzanotte e vedrà coinvolti oltre 30 artisti, la conduttrice Camila Raznovich, alla sua prima conduzione del Concertone, chiede alla piazza già popolatissima piazza di unirsi in un minuto di silenzio. Poi la prima canzone, anch'essa fortemente simbolica, 'Bella ciao', cantata da un collettivo di artisti.


Poi l'entrata del primo gruppo per l'inizio della scaletta ufficiale: sul palco sale la band romana dei Kutso, che il pubblico ha conosciuto anche tra i Giovani dell'ultimo Sanremo. Ed arriva la prima sorpresa: ad imbracciare una delle chitarre è Alex Britti, che è anche il produttore della band, ma questa volta non è riconoscibile perché mascherato, come altri musicisti della band che propone un rock non-sense. Britti indossa infatti una lunghissima barba gialla. Ma la sua vera identità viene svelata alla fine dell'esibizione dalla Raznovich.

Sul finale del segmento pomeridiano del Concertone, sale sul palco Nesli, applauditissimo. L'artista fa precedere la sua esibizione musicale da un breve discorso sul lavoro. "Il lavoro è un diritto, il lavoro è un dovere ma soprattuto è identita. E se non ti permettono di essere cioè che sei e ti obbligano ad essere altro non è libertà. Il cambiamento siamo noi se lo vogliamo, perché il bene genera bene", dice Nesli tra gli applausi della platea di piazza San Giovanni ormai gremita da migliaia di persone pronte ad assistere nella parte serale del concerto all'esibizione di molti altri artisti tra i quali Paolo Rossi Band, Enrico Ruggeri, Emis Killa, Paola Turci, Enzo Avitabile con gli Alpha Blondy, J-Ax, Irene Grandi, i Bluvertigo, Lo Stato Sociale, Alex Britti, Goran Bregovich, Lacuna Coil, Noemi. Per la chiusura del Concertone 2015 la scaletta prevede sul palco la Pfm.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.