Cerca

45 anni da 'marziano' del cinema per Matt Damon

SPETTACOLO
45 anni da 'marziano' del cinema per Matt Damon

TORONTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL - THE MARTIAN - (150912) -- TORONTO, Sept. 12, 2015 (Xinhua) -- Actor Matt Damon (R) and his wife pose for photos before the world premiere of the film "The Martian" at Roy Thomson Hall during the 40th Toronto International Film Festival in Toronto, Canada, Sept. 11, 2015. The 40th Toronto International Film Festival (TIFF) runs from Sept. 10-20, 2015. (Xinhua/Zou Zheng) (zjy) - Infophoto

E' stato un tossicodipendente reduce dalla guerra del Golfo, poi un ex agente della Cia alla ricerca della sua identità in seguito a un'amnesia, e ancora, un giovane avvocato, un enfant prodige autodidatta e genio della matematica, e un paracadutista disperso durante lo sbarco in Normandia. Da pochi giorni è tornato sul grande schermo diretto da Ridley Scott nello sci-fi 'Sopravvissuto - The Martian', in cui veste i panni di un astronauta abbandonato su Marte.


Matt Damon spegnerà domani 45 candeline, probabilmente in compagnia di sua moglie Luciana Barroso e delle sue figlie, e perché no, magari festeggiando con l'amico di una vita, quel Ben Affleck con il quale nel 1997 vinse il Premio Oscar per la migliore sceneggiatura di 'Will Hunting - Genio Ribelle'. Da allora, di strada ne ha fatta, Matthew Paige Damon, nato l'8 ottobre 1970 a Cambridge, Massachusetts. E' sui banchi di scuola che si lega ad Affleck, con il quale gira 'Will Hunting' al fianco di Robin Williams, al quale lo stesso anno va la statuetta come migliore attore non protagonista.

Dopo il debutto sui palcoscenici teatrali e qualche ruolo al cinema, tra cui 'Mystic Pizza' (1988), il successo arriva nel 1996 con 'Il coraggio della verità', al fianco di Meg Ryan e Denzel Washington, dove veste i panni di un tossicodipendente reduce dalla guerra del Vietnam. Tuttavia, per la consacrazione definitiva dovrà aspettare l'anno seguente con 'L'uomo della pioggia', film tratto dall'omonimo romanzo di John Grisham. Nel 1998 è James Ryan, un paracadutista disperso durante lo sbarco in Normandia nel film di Steven Spielberg 'Salvate il soldato Ryan'.

Un successo tira l'altro. Nel 1999 è la volta di 'Dogma', dove recita assieme a Ben Affleck, poi di 'Il talento di Mr. Ripley', (per il quale è candidato al Golden Globe) e la trilogia di 'Ocean's Eleven'. Ex agente della Cia nella saga di 'The Bourne Identity', nel 2010 Damon viene nominato all'Oscar come migliore attore non protagonista per 'Invictus'.

A queste pellicole seguiranno nell'arco di pochi anni 'Contagion' di Steven Soderbergh, 'I guardiani del destino', 'Elysium', 'Dietro i candelabri' (in cui è l'amante dello show man Liberace interpretato da Michael Douglas) 'Monuments Men' del suo amico George Clooney, e il film di fantascienza 'Interstellar' diretto da Christopher Nolan.

Incoronato nel 2007 da 'People' come l'uomo più sexy del mondo, Damon ha sempre preferito rimanere lontano dai riflettori, scegliendo la strada più inusuale a Hollywood, quella dell'antidivo. Dopo essere stato legato a Winona Ryder e Minnie Driver, nel 2005 ha sposato l'argentina Luciana Barroso, dal quale ha avuto tre figlie, Isabella, Gia Zavala e Strella Zavala.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.