Home . Intrattenimento . Spettacolo . Il 'Gran Ballo Russo' il 9 gennaio, un capitolo dello scambio culturale fra Italia e Russia

Il 'Gran Ballo Russo' il 9 gennaio, un capitolo dello scambio culturale fra Italia e Russia

Sabato 9 gennaio alle 19 va in scena la IV edizione a Roma, coreografie di Nino Graziano Luca

SPETTACOLO
Il 'Gran Ballo Russo' il 9 gennaio, un capitolo dello scambio culturale fra Italia e Russia

Passa per il 'Gran Ballo Russo' uno dei capitoli dello scambio culturale fra Italia e Russia. L'evento, che rievoca le atmosfere del XIX secolo promuovendo questo dialogo attraverso la danza storica, avrà luogo sabato 9 gennaio alle 19 all’Hotel St. Regis di Roma, nel cuore della Città eterna, grazie all’organizzazione della Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca, e da Eventi Rome di Yulia Bazarova, con la collaborazione di Paolo Dragonetti De Torres Rutili dell’Associazione amici della grande Russia.


Lo spettacolo, giunto alla sua IV edizione, quest'anno sarà ispirato all’opera 'Un ballo in Maschera' del poeta russo Michail Jur'evič Lermontov, che verrà rappresentata in lingua originale dagli attori Marina Orlova e Alexandr Kornelyuk con la partecipazione del noto regista e studioso russo Nikolaj Burlyaev. Successivamente la prosa in italiano sarà recitata da Angelica Pedatella e Davide Gramiccioli.

Danza storica e musica d’autore si legheranno per l’occasione grazie alle coreografie di Nino Graziano Luca, in parte tratte dai manuali dei grandi maestri del XIX secolo, coinvolgendo circa duecento danzatori provenienti da tutta Europa che si esibiranno in valzer, mazurke e nella rinomata 'Masquerade Quadrille' del compositore russo A.K. Glazunov.

Le note dell’orchestra internazionale saranno dirette dal maestro russo Viktor Vasiliadi: un ensemble di 12 prodigiosi musicisti di età compresa tra i 10 e i 17 anni. I momenti in musica continueranno poi con il canto lirico di Marco Felice che intonerà “Dicitancelle Vujie” innestando alcune strofe in russo con l’accompagnamento del maestro Giovanni Gava, direttore di cori e d’orchestra.

Il prestigioso evento promuoverà anche un salotto letterario ispirato a quello che nel 1829 la poetessa russa Zinaida Volkonskaya portò a Roma. Nelle diverse sale che ospiteranno il Gran Ballo verranno letti i brani di Lermontov accompagnati da musica classica. Gli scatti del fotografo Piero Fanizzi immortaleranno la serata che 'ancora una volta – ha dichiarato Nino Graziano Luca – consacrerà la Compagnia Nazionale di Danza storica come 'ambasciatrice culturale' dell’Italia nel mondo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.