Home . Intrattenimento . Spettacolo . Torna Niccolò Fabi, semplice e potente in 'Una somma di piccole cose' /Video

Torna Niccolò Fabi, semplice e potente in 'Una somma di piccole cose'

SPETTACOLO
Torna Niccolò Fabi, semplice e potente in 'Una somma di piccole cose' /Video

Niccolò Fabi (Foto di Shirin Amini)

La canzone "come farmaco contro il disagio sociale e il dolore personale" e "la condivisione come unica via" di salvezza. Niccolo Fabi pubblica domani 'Una somma di piccole cose', il suo ottavo disco in studio, che un efficace riassunto delle caratteristiche umane e musicali del cantautore romano e del suo percorso artistico ventennale (GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A NICCOLO' FABI).


Scritto, suonato e registrato integralmente da Niccolò Fabi in una casa di campagna, tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, “Una somma di piccole cose” è il frutto di una scelta stilistica molto precisa, con un colore di fondo costante e riconoscibile che accompagna tutte le 9 tracce dell’album, che si inseriscono nel solco del cantautorato folk più independente. "Da questo punto di vista -dice l'artista- è un disco 'monotono' nel senso che è uguale a se stesso, ha lo stesso sapore dall'inizio alla fine". I testi di Fabi, che come le sue melodie hanno uno stile molto riconoscibile e non concedono nulla alle logiche commerciali radiotelevisive, analizzano in modo molto lucido, a tratti spietato, dinamiche emotive personali e collettive, cantate con una leggerezza delicata ma potente che ne comunica sempre una possibile risoluzione.

Cos' Fabi canta l’amante alle prese con le trasformazioni del sentimento d’amore in “Una mano sugli occhi”, ma anche il padre che prende in prestito il linguaggio infantile per descrivere un mondo ideale in “Facciamo finta” e raccoglie immagini in "Le chiavi di casa". E ancora racconta l'uomo disilluso che sceglie di lasciare spazio alla speranza in canzoni come "Una somma di piccole cose" e "Non vale più". Non manca il tema dell'ambiente e dell'ecologia tanto caro al cantautore romano, che descrive il cittadino in fuga dalla disumanizzazione delle metropoli in “Ha perso la città” e “Filosofia agricola”.

"Che quello ambientale ed energetico sia 'il' tema di questi anni è fuori di dubbio -dice Fabi- e confesso tutta la mia amarezza per l'esito del referendum sulle trivelle che ha messo in luce tutta la pochezza del teatrino italiano della politica. Probabilmente in questo disco viene fuori in maniera prepotente questo tema anche perchè l'ho scritto e registrato tutto in un paesino di campagna", sottolinea.

Nell'album c'è anche una cover, “Le cose non si mettono bene”, un brano degli Hellosocrate, band di Civitavecchia non più in attività a causa della prematura scomparsa del cantante Alessandro Dimito. Fabi, che aveva conosciuto e apprezzato gli Hellosocrate al Festival di Musicultura, ha così deciso di omaggiare la bellezza della loro canzone e il loro percorso sfortunato.

In occasione dell'uscita dell'album Fabi inizierà già domani un tour promozionale nelle librerie Feltrinelli delle principali città italiane: il 22 aprile sarà Roma (Via Appia Nuova, 427), il 23 aprile a Firenze (Piazza della Repubblica), il 24 aprile a Bologna (Piazza Ravegnana, 1), il 26 aprile a Milano (Piazza Piemonte, 2), il 27 aprile a Torino (Stazione Porta Nuova), il 28 aprile a Verona (Via Quattro Spade, 2), il 2 maggio a Bari (Via Melo, 119), il 3 maggio a Napoli (Piazza dei Martirti), il 4 maggio a Catania (Via Etnea) e il 6 maggio a Cagliari (Via Paoli).

Nei mesi di maggio e luglio, invece, il cantautore romano sarà in tour accompagnato da una nuova band: "Quando ho capito che sarebbe stato difficile rimettere insieme la vecchia band perché erano tutti impegnati in giro in diversi progetti, ho pensato di chiedere ad Alberto Bianco, un cantautore torinese che ascolto e ammiro, e alla sua band di accompagnarmi in tour. Li avevo sentiti dal vivo e mi era piaciuta la loro energia e il loro modo di condividere il palco", spiega Fabi.

Sul palco con Niccolò ci saranno dunque Alberto Bianco, Damir Nefat, Filippo Cornaglia e Matteo Giai. E le date ad oggi confermate del tour, prodotto e organizzato da Barley Arts e Ovest, sono: il 18 maggio ad Assisi (Teatro Lyrick), il 21 maggio a Napoli (Teatro Augusteo), il 22 maggio a Roma (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia), il 23 maggio e 24 maggio a Milano (Auditorium di Milano), il 26 maggio a Bologna (Auditorium Manzoni), il 27 maggio a Torino (Teatro Colosseo), il 30 maggio a Verona (Teatro Romano), il 14 luglio a Mantova (Piazza Castello), il 20 luglio a Rovereto (Campana dei Caduti), il 21 luglio a Fiesole (Teatro Romano), il 23 luglio a Lecce (Anfiteatro Romano), il 25 luglio a Palermo (Teatro di Verdura) e il 29 luglio a Pescara (Arena Teatro D’Annunzio). Inoltre, la prossima settimana, Niccolò Fabi sarà sul palco del Concerto Primo Maggio di Taranto.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.