Home . Intrattenimento . Spettacolo . Mostra Venezia, il manifesto ispirato alla curiosità per le proiezioni

Mostra Venezia, il manifesto ispirato alla curiosità per le proiezioni

SPETTACOLO
Mostra Venezia, il manifesto ispirato alla curiosità per le proiezioni

Un giovane in jeans e camicia rossa non riconoscibile, che con la mano destra afferra dall'alto il manifesto-sipario azzurro lasciando scoperta una parte bianca che potrebbe essere lo schermo dove verranno proiettati i film della rassegna. E' il manifesto della 73esima Mostra del Cinema di Venezia, realizzato per il quinto anno da Simone Massi, che illustra una curiosa situazione di attesa e insieme un invito alla visione imminente dei film. Un'immagine che evoca la curiosità che alimenta, nel pubblico degli appassionati, l’attesa di ogni proiezione d’autore in un festival cinematografico.


La 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta, si svolgerà al Lido dal 31 agosto al 10 settembre 2016. La conferenza stampa di presentazione del programma della Mostra si terrà giovedì 28 luglio alle ore 11 all’Hotel Excelsior di Roma. L'identità visiva e l'immagine coordinata della Mostra di Venezia è stata curata anche quest'anno dallo Studio Graph.X di Milano, sulla base dei disegni di Simone Massi.

Massi, premiato col David di Donatello 2012 per il miglior cortometraggio, è l’autore anche della sigla che dal 2012 introduce le proiezioni ufficiali della Mostra di Venezia. La sigla ha una durata di 30 secondi, ottenuti da 300 disegni realizzati a mano che citano Fellini, Anghelopulos, Wenders, Olmi, Tarkovskij, Dovženko, Truffaut. Massi ha ideato la sigla con il contributo di Fabrizio Tassi. La musica è stata scritta ed eseguita da Francesca Badalini, mentre il sound design è di Stefano Sasso. Julia Gromskaya ha realizzato le riprese e Lola Capote-Ortiz si è occupata della post-produzione.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.