Cerca

Gli anni '80 di Lorella e Heather in 'Nemicamatissima', mega show di Rai1

SPETTACOLO
Gli anni '80 di Lorella e Heather in 'Nemicamatissima', mega show di Rai1

Andrea Fabiano e Heather Parisi

Diverse ma accomunate dalla passione per il ballo e dall'essere icone amatissime della televisione anni '80 e '90. Oggi però una ha scelto di lasciare la tv, fare la mamma e la blogger, viaggiare in tutto il mondo e vivere a Hong Kong. L'altra invece continua a vivere il suo sogno di bambina calcando palcoscenici e ballando come faceva trent'anni fa. Sono Heather Parisi e Lorella Cuccarini, "nemiche amatissime", anzi, 'Nemicamatissima', perché questo è il titolo del mega show che le vedrà per la prima volta insieme, dopo 30 anni, su Rai1 in due serate in onda il 2 dicembre alle 21,15 e il 3 dicembre alle 20,35. Ma le due, in realtà e a dispetto dell'immaginario collettivo dei rispettivi fan, nemiche non lo sono affatto.


"Io e Lorella non siamo mai state né amiche né nemiche, siamo due donne diverse con due mondi diversi. Voglio sottolineare che non siamo mai state rivali, questa storia è una cazzata", rimarca Parisi nel corso di una conferenza stampa separata, organizzata proprio per alimentare l'idea delle nemiche. Ma è una trovata funzionale a creare delle aspettative intorno allo spettacolo. La showgirl americana, infatti, non lesina stima nei confronti della collega italiana, che a sua volta ricambia: "Heather ha un talento straordinario, sognavo di fare questo mestiere guardandola in tv. Dopo ho avuto la fortuna di entrare a far parte del suo corpo di ballo". E aggiunge: "In questi giorni ci stiamo frequentando parecchio, facciamo le prove insieme. Poi, se ci si vuole vedere la sfida ci può anche stare", sorride.

Scelte diverse per le due: "Da sette anni vivo ad Hong Kong - dice Parisi la cui ultima apparizione televisiva è stata nei panni di giudice di 'Ballando con le stelle' - sono andata via dallo schermo perché volevo essere una persona normale". Nello show Heather non ballerà: "Oggi a 56 anni sarei ridicola perché sono convinta di non riuscire a trasmettere agli italiani quello che facevo prima, a trent'anni, quando ero al massimo e alzavo la gamba! Canterò, parlerò, mi muoverò e presenterò anche due nuovi brani, 'Game' e 'Bambina', oltre a una versione di 'Cicale' completamente rinnovata. Vedrete...".

All'opposto la 'nemica' Lorella: "Non capisco perché una donna di 50 anni non debba avere energia. Ballerò moltissimo come una ventenne con la consapevolezza di una donna matura, al ritmo della musica degli anni '80 che sono stati straordinari, per le canzoni, la gioia di vivere, la moda. C'era la sensazione che tutto si potesse fare, ma certo - ammette - c'erano anche cose da denuncia, come la mia cofana di capelli...". E confessa: "Ho nostalgia di quegli anni, del teatro Tenda a Strisce di Renato Zero che per noi era un poeta, della sfida tra Duran Duran e Spandau Ballet. Trovo la parola nostalgia bellissima, perché dobbiamo reinventarci sempre ma con un occhio al passato".

"Sono allergica alla nostalgia", dice invece Parisi che ribalta i piani: "In questo show hanno preso i nostri sogni di ieri e li hanno riportati nel linguaggio di oggi in modo che l'occhio veda qualcosa di ieri ma con la chiave di lettura dell'oggi". Entrambe fresche e giovanili ("uso le creme cinesi ma le rughe ci sono e ben vengano, l'aspetto esteriore viene da dentro" dice Parisi), hanno reagito diversamente alla proposta di Lucio Presta, agente di Cuccarini che con la sua Arcobaleno Tre produce 'Nemicamatissima'.

"Io ho detto subito no, ma non per divismo come in molti hanno detto, semplicemente perché non mi sentivo più 'addestrata' a questo mondo frenetico. Adesso le prove dello spettacolo mi hanno risvegliato le farfalle dello stomaco e sono ottimista", dice Parisi che a chi le chiede se tornerebbe ancora in tv dopo questo show, risponde: "Undici anni fa avevo detto che non avrei più fatto tv e invece eccomi qui. Quindi 'mai dire mai...'". "Bellissima idea, quando si firma?" è stata invece la reazione di Cuccarini alla proposta di Presta. "In questo spettacolo sto bene, sto a casa mia. I miei figli mi hanno sostenuta e aiutata nelle scelte delle musiche...", aggiunge.

E anche nella scelta di Heather i figli hanno avuto un peso non indifferente: "Mi hanno convinta a non restare un giudice-mummia per sempre, visto che l'ultima cosa fatta in tv era la giurata di 'Ballando'. E' un'opportunità che non so se tornerà, erano anni che volevo fare una trasmissione così con Lorella, come 'Milleluci' con la Carrà e Mina".

In realtà , come 'Milleluci', anche 'Nemicamatissima' sarà un grande varietà, gigantesco già dallo studio allestito nel Teatro 5 di Cinecittà, il più grande d'Europa un tempo regno di Federico Fellini, utilizzato per la prima volta per intero nello show che sarà registrato domani e domenica sera per poi andare in onda il 2 e il 3 dicembre. "Abbiamo investito molto su questo evento - spiega il direttore di Rai1, Andrea Fabiano - E' un prodotto su cui la Rai punta molto e il budget ovviamente sarà importante".

Lo si capisce dai numeri che lo stesso Fabiano fornisce: "A questo spettacolo lavorano circa 300 persone, sono stati utilizzati 6 chilometri di cavi, 350 proiettori e 250 led. Lo studio con i suoi 75 metri di lunghezza è stato rivestito con oltre mille metri quadrati di legno per le scenografie firmate da Gaetano e Chiara Castelli. La regia è di Stefano Vicario e Lorella e Heather saranno accompagnate da un corpo di ballo diretto dalla coreografa Veronica Peparini".

Sarà un varietà in grande stile, con importanti ospiti (Zucchero, Lillo e Greg, Ezio Greggio e Alessandro Siani nella prima puntata, e Gianna Nannini, Luca e Paolo e in qualche maniera probabilmente anche Pippo Baudo, nella seconda) e musica dal vivo, "di quelli che oggi puoi pensare di fare solo come eventi, perché il varietà per i suoi costi è certamente il genere più colpito dalla spending review della Rai", dice Cuccarini.

Heather e Lorella infine manifestano diversità anche nella visione politica: "Io non ho mai votato in vita mia, non immagino neppure di potere essere leader", risponde Parisi a chi le chiede se, avendo lavorato con Beppe Grillo, vedrebbe per sé stessa una carriera da leader politico.

Cuccarini invece chiarisce la sua posizione sulle unioni gay dopo che alcune sue dichiarazioni in passato avevano sollevato polemiche: "Ho sempre detto di essere d'accordo sulle unioni civili, come ho sempre detto che per i figli la cosa è diversa, perché si apre lo scenario dell'utero in affitto con la prospettiva di sfruttamento delle donne di paesi più bisognosi. Una cosa che secondo me va evitata. Questo è il mio pensiero - conclude - e penso di poterlo esprimere in democrazia".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.