Cerca

Cocciante e Zard con Lola Ponce e Giò Di Tonno per 'Notre Dame de Paris'

SPETTACOLO
Cocciante e Zard con Lola Ponce e Giò Di Tonno per 'Notre Dame de Paris'

''Ormai in Italia, da anni, si costruisco monumenti agli architetti. Dal Maxxi alla 'Nuvola', eppure proprio nel Palazzo dei congressi di Fuksas non è stato individuato uno spazio per poter allestire spettacoli. Ma fin quando avremo sindaci che cambiano con grande velocità e soprattutto 'efficienti', penso che nulla cambierà''. E' quanto ha dichiarato David Zard, produttore del pluridecorato 'Notre Dame de Paris' che riprende da Roma (PalaLottomatica, dal 28 dicembre al 6 gennaio) la tournée dell'opera musicale firmata da Riccardo Cocciante che vedrà ritornare insieme il cast della prima edizione formato, tra gli altri, da Lola Ponce, Giò di Tonno, Vittorio Matteucci accanto a Leonardo Di Minno, Matteo setti, Graziano Galatone, Tania Tuccinardi. Opera cult che in 11 anni di programmazione ha superato i 3.500.000 spettatori in circa mille repliche per un totale di 42 città visitate. ''Quando decisi di cominciare questa splendida avventura - ha aggiunto Zard- Non avevo i soldi, ma credevo fortemente nel progetto. Il pubblico, negli anni, è sempre stato dalla nostra parte, è anche l'allora sindaco di Roma, Veltroni che mi diede la possibilità di costruire il Gran Teatro'. Ed ha ricordato, sorridendo, Riccardo Cocciante: ''Mi accusarono di distruggere la mia carriera, con questo spettacolo. Ma non è stato assolutamente così. Con 'Notre Dame de Paris' abbiamo aperto strade nuove, una rivoluzione soprattutto da punto di vista artistico. Riascoltandola, rivedendola, a distanza di anni, sembra nata ieri, non è invecchiata. Spero mi sopravviva''.


'Notre Dame de Paris', secondo Riccardo Cocciante, ha un'anima popolare, è legata alla contemporaneità, alla musica di oggi, ma la drammaturgia ricorda l'opera. ''Racconta una storia in musica - ha detto- ma è lo specchio dell'epoca in cui viviamo''. ''I brani che prediligo? Li amo tutti. E' come se li avessi scritti per me e soprattutto mi assomigliano''. E riguardo al futuro Riccardo Cocciante ha poi annunciato che sta continuando a scrivere, a comporre. Canzoni, ma anche opere: ''Quello che manca, oggi - ha confessato - e' il coraggio. Il coraggio di rompere il sistema, di essere 'fuori moda', andando avanti ascoltando il proprio cuore. E coraggiosi - ha proseguito- lo sono stati Renato Zero, per esempio e David Bowie''. Dopo le rappresentazioni romane la tournée di 'Notre Dame de Paris' proseguirà alla volta di Torino (PalaAlpitour - dal 10 al 12 febbraio), Bologna (Unipol Arena - dal 22 al 26 febbraio), Milano (LinearCiak - dal 2 marzo), Ancona (PalaRossini - dal 24 al 26 Marzo), Bari (PalaFlorio- dal 30 marzo al 2 aprile), Napoli (Teatro Palapartenope - dal 6 al 9 aprile ), Lugano (Teatro LAC - dal 25 aprile), Rimini (105 Stadium - dal 5 al 7 maggio), Firenze Mandela Forum - dal 12 al 14 maggio), Padova (Patavium Arena - dal 26 al 28 maggio).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.