Home . Intrattenimento . Spettacolo . Don Backy racconta il 'Pianeta Donna' in note e parole

Don Backy racconta il 'Pianeta Donna' in note e parole

SPETTACOLO
Don Backy racconta il 'Pianeta Donna' in note e parole

"Ho voluto realizzare questo nuovo cd, con l’intenzione di dedicarne le canzoni all’altra metà del cielo, in un momento in cui la donna conquista sempre più grandi traguardi" ma subisce anche "le sopraffazioni e le violenze più umilianti". E' Don Backy a parlare così del suo nuovo progetto musicale dal titolo 'Pianeta donna' (Edizioni Ciliegia Bianca) distribuito da Egea Music.


"Ho tentato di rendere omaggio alla donna - racconta - identificandola con la Fantasia - alla quale infinita fonte si abbeverano poeti e cantori, per trarne le loro poesie e/o canzoni - in 'Mai più'".

"Ho pensato di porla al centro dell’Universo, portatrice di vita, in 'Brinderò', oppure renderla allegra compagna di giochi e di avventure in 'Cuore di Pietra' o - prosegue l'artista - di essere un sogno svanito in 'La Porta del Paradiso' e in 'Rapsodia', che sfocia nella perdita di sé, volando sulle ali di 'Impressioni di settembre' (citaz. Pfm), in 'Rapsodia in red', brano che ho voluto dedicare alla memoria di Freddie Mercury & the Queen, mediandone da questi, l’arrangiamento e i cori.

"Rendendomi conto che avrei finito per scrivere un interminabile numero di canzoni e che comunque non sarei riuscito a raccontarne tutte le sfaccettature - dice Don Backy - ho deciso infine di raffigurarla nel brano 'Pianeta Donna', attraverso una composizione cubista, un puzzle, che ne attestasse la sua infinita multiformità, sia fisica, che d’ingegno".

"Ma anche stavolta - confida - dopo aver calcolato che la canzone sarebbe durata ben oltre i 7 minuti, ho deciso di chiuderla lì, intuendo l’impossibilità di poter definire in maniera… definitiva, quel Pianeta Donna, che chiamiamo l’altra metà del cielo".

"Una parola la spendo per un altro brano in questo cd. Si tratta di - spiega il cantautore toscano - 'Nel Vento'. Con questa canzone non intendo prendere una posizione pro o contro la pratica abortiva, gesto terribile e drammatico per la donna. Essa è scaturita dopo la lettura del libro di Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato. Ecco, alla feroce tenerezza e alla sofferenza della grande scrittrice, ho voluto dedicare l’immaginaria risposta di quel bambino, mettendogli a disposizione la mia penna e la mia voce".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.