Cerca

Paolo Ruffini: "I ragazzi down sono i più up che conosco, con loro show al Sistina"

SPETTACOLO
Paolo Ruffini: I ragazzi down sono i più up che conosco, con loro show al Sistina

"I ragazzi down sono i più up che conosco!". E' per questo che Paolo Ruffini ha scelto loro come compagni di avventura per lo spettacolo comico 'Up&Down' che andrà in scena a partire dal 19 marzo prossimo al Teatro Sistina di Roma per proseguire con altre date lungo lo Stivale. Già noto al pubblico con il titolo 'Un grande abbraccio', dalla prossima primavera 'Up' farà il giro dell'Italia con una nuova edizione. "E' uno spettacolo - dice Ruffini all'Adnkronos - che racconta le relazioni umane in chiave comica. Sono sul palco con 6 ragazzi della compagnia Mayor Von Frinzius" di cui 5 down e un autistico. "Tutti livornesi e ormai attori professionisti a tutti gli effetti". Ingaggiati e retribuiti per ogni singolo spettacolo.


Lo show, racconta l'artista, "verte sul fatto che io voglio fare un varietà, un one man show con grandi scenografie, paillettes, ospiti. E lo dichiaro al pubblico. Ma appena si apre il sipario si vedono degli alberi di Natale e quindi c'è qualcosa che non torna. Da lì in poi da parte dei ragazzi comincia una sequela di apparenti boicottaggi dove in realtà ognuno degli attori dimostra di essere molto più abile di me in varie discipline. Uno degli aspetti di 'Up & down' è proprio l'abilità e la disabilità alla felicità, al mettersi in discussione, ad ascoltare. Chi frequenta i down sa che hanno una grande confidenza con la vita, con la fisicità, con la bellezza. Sono davvero i ragazzi più up che conosco, mentre in giro per la strada trovo tanti down incazzati con la vita, persone che non sono abili al sorriso, ad accorgersi della bellezza".

Una parte dello spettacolo è più che mai interattiva: "Prende il via - spiega Paolo Ruffini - quando mettiamo su un talk show col pubblico sull'amore e, più in generale, sulle relazioni umane. Alcuni ragazzi hanno difficoltà mnemoniche e questa è una occasione di improvvisazione che consente ogni volta di fare uno spettacolo diverso. Loro tra l'altro sono dei grandi opinionisti, anche opinionisti politici, perché riescono a entrare nel cuore, hanno confidenza con la verità, con la bellezza, con la vita".

In 'Up&Down' c'è anche una riflessione sui social che prende spunto dalla frase di un hater che, commentando lo spettacolo, mi ha scritto su facebook 'Non vedo la differenza tra Ruffini e i down?'. Frase cui ho risposto 'Infatti non c'è'. Nello spettacolo l'azione di boicottaggio dello show che io tento di realizzare rovescia i punti di vista: non a caso nella locandina loro ridono e io ho la faccia triste".

E' uno spettacolo divertente e commovente nel quale l’improvvisazione e il pubblico sono, dunque, protagonisti. In questo senso più che uno show può definirsi un'esperienza continuamente irripetibile. L’imprevedibilità e l’irriverenza accompagnano, infatti, gli spettatori in questo viaggio che racconta la bellezza potente della vita espressa attraverso le diversità di ognuno.

La Mayor Von Frinzius è una compagnia teatrale livornese nata nel 1997 ed è diretta da Lamberto Giannini che cura la regia di questo spettacolo. Ne fanno parte 97 attori, metà dei quali disabili e sei dei quali prendono parte allo spettacolo 'Up&Down' che Ruffini e i ragazzi dedicano alle persone che sono "in down, che sono cioè un po' tristi. L'idea nostra non è di fare uno spettacolo ma di creare un'occasione, un'opportunità" perché, come sostengono gli attori di questo spettacolo, "essere felici è un atto rivoluzionario".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.