Cerca

Weinstein espulso dagli Oscar

SPETTACOLO
Weinstein espulso dagli Oscar

Harvey Weinstein (Foto Afp)

Harvey Weinstein è stato espulso dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences di Hollywood, l'organizzazione che assegna gli Oscar ad Hollywood, dopo le numerose accuse contro di lui di abusi sessuali. Il produttore americano, in sostanza, non merita il rispetto dei suoi colleghi, è la motivazione dell'Academy.


Il consiglio di amministrazione dell'Academy, formato da 54 membri tra i quali Steven Spielberg, Tom Hanks e Whoopi Goldberg, ha accolto con favore la votazione nel corso di una riunione d'emergenza presso la sede dell'organizzazione a Beverly Hills, in California. A votare per l'espulsione oltre i due terzi dei componenti, scrive 'Variety'.

"L'era della deliberata ignoranza e della vergognosa complicità in comportamenti predatori sessuali e molestie sul luogo di lavoro nel nostro settore è finito", è il messaggio dell'Academy.

Sono numerose le attrici e le modelle che negli scorsi giorni hanno accusato Weinstein di molestie e abusi sessuali, tra cui Ashley Judd, Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow, Heather Graham, Kate Beckinsale, Cara Delevingne o Léa Seydoux. L'attrice americana Rose McGowan lo ha accusato di stupro. Anche Asia Argento, a distanza di molti anni ha raccontato di quando, appena 20enne, fu costretta a subire un rapporto orale.

"Orgogliosa dell'Academy! Harvey Weinstein è fuori. Ce ne sono altri - ma speriamo di stare assistendo alla fine di una terribile epoca", ha twittato Mia Farrow, mentre l'attore americano Ron Perlman, vincitore di un Golden Globe Award, ha scritto: "Come membro della Academy of Motion Picture Arts and Sciences sono orgoglioso della decisione di espellere Harvey Weinstein".

Parlando a Xinhua, il produttore pluripremiato Jeff Most ha sottolineato: "I produttori godono di posizioni di potere uniche a Hollywood e questo potere deve essere gestito responsabilmente e con integrità. Altrimenti, come abbiamo visto, bisogna essere disposti a subire le conseguenze".

L'Academy ha più di 8.400 membri e prima di Harvey Weinstein nella sua storia novantennale ne aveva espulso sono uno.

A RISCHIO ANCHE LA LEGIONE D'ONORE - L'Eliseo ha confermato la possibilità della revoca della Legione d'onore che era stata conferita nel 2012 dall'allora presidente Nicolas Sarkozy al produttore di Hollywood. "Inizia da ora una discussione con la Grande cancelleria della legione d'onora sul caso di Harvey Weinstein. Sarà la Grande cancelleria che dovrà in seguito studiare il dossier", ha fatto sapere l'Eliseo a Buzzfeed.

La Grande Cancelleria si è limitata a ricordare che "in generale, la regola è quella di attendere una condanna penale definitiva prima di avviare una procedura disciplinare, perché non è una decisione che si prende a caldo". L'onorificenza della Legione d'onore, istituita nel 1802 da Napoleone, conta 93mila membri. L'onorificenza può essere ritirata in caso di atti "contrari all'onore", a partire da condanne penali.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.