Home . Intrattenimento . Spettacolo . A Cortina prima dei Symphoniacs e inno alla sostenibilità

A Cortina prima dei Symphoniacs e inno alla sostenibilità

SPETTACOLO
A Cortina prima dei Symphoniacs e inno alla sostenibilità

Sarà presentato l'8 dicembre prossimo a Cortina, nell'insolita location del Department Store Franz Kraler di Corso Italia, il primo live in Italia dei Symphoniacs che presenteranno alle 21,30 il progetto elettro-classico internazionale del produttore, compositore e artista di Berlino, Andy Leomar.


Sette giovani virtuosi ribelli tra violinisti, violoncellisti e pianisti provenienti da tutto il mondo che contamineranno la musica classica con quella elettronica, rivisitando 'le quattro stagioni' di Vivaldi in chiave funk and groove e il grande successo di Robin Schulz 'Prayer in C' in un pop sinfonico. Un club di visionari, una rete globale di solisti dalle principali filarmoniche internazionali: New York, Londra, Seul, Mosca, Copenaghen, Berlino, Vienna. Un pensiero musicale crossover i cui membri sono uniti da una passione condivisa: sfidare i confini con la loro electro-follia sinfonica danzante e aprire nuovi percorsi nella musica.

Già alle 18 la piazza antistante il Department Store sarà la sede dell’installazione di Alessandro Galanti, artista internazionale che presenterà la scultura 'Madre Natura', una figura di donna con le mani giunte verso il cielo in metallo placcato oro montata su un ceppo di abete rosso sradicato durante l’ultima alluvione nel bellunese. Una rete che richiama le fibre naturali, la linfa vitale di ogni pianta. Un inno alla vita e a rispettare la natura in tutte le sue forme. Galanti, riconosciuto per le sue opere di denuncia sociale, è stato protagonista dell’esposizione al Senato della Repubblica con l’opera 'Omaggio ad Ilenia', in occasione della giornata internazionale dell’Onu contro la violenza sulle donne.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.