'L'ora della Salute' torna su La7, si parte con i vaccini

SPETTACOLO
'L'ora della Salute' torna su La7, si parte con i vaccini

Annalisa Manduca (Fotogramma/Ipa)

L'informazione medica torna su La7: da domenica 16 dicembre alle ore 12.50 'L'ora della Salute', la trasmissione condotta dalla giornalista scientifica Annalisa Manduca, farà il punto sui progressi della medicina, sui passi avanti nella ricerca, sul tema prevenzione. E non solo. Il progetto editoriale di Fondazione Veronesi e Teva Italia nasce con l'obiettivo di raccontare, in modo rigoroso, autorevole e aggiornato, i diversi aspetti legati alla salute e al benessere che riguardano tutti: dai vaccini - argomento della prima puntata- all'impatto della tecnologia sulla salute, dalle malattie sessualmente trasmissibili alla donazione di organi (VIDEO).


"Sono pronta e felice di prender parte a questo racconto, sono anche molto onorata e orgogliosa perché ritengo che sia il momento giusto per far parte di questo dibattito e parlare di scienza, di ricerca, di tutti quelli che sono i successi che abbiamo ottenuto in tutti questi anni. Noi dobbiamo raccontare anche un Paese che cresce, virtuoso, pieno di talento e di grandi professionalità", spiega la conduttrice impegnata a Milano nella registrazione.

"Credo che la responsabilità quando si parla di salute sia indispensabile. E' il momento di ristabilire un legame di fiducia profondo con i telespettatori, ma soprattutto con le persone che hanno bisogno di essere curate". Se la rete offre un mare di sapere "abbiamo bisogno di avere dei punti di riferimento, speriamo di essere in grado e all'altezza del compito", aggiunge. In studio ci saranno medici e ricercatori pronti a rispondere alle domande più disparate, affiancati dalle testimonianze dei pazienti che hanno affrontato il difficile percorso della malattia.

Prosegue, anche nella seconda edizione del programma, la collaborazione della Fondazione Umberto Veronesi con La7 e Teva Italia "perché siamo fortemente convinti - spiega in un messaggio il presidente Paolo Veronesi -, che usando un linguaggio semplice e autorevole i telespettatori possano comprendere i benefici della ricerca e avere accesso a valide informazioni sul piano scientifico".

L'informazione medica, come ricorda il direttore generale Monica Ramaioli, "fa parte di quelle che sono le attività fondamentali della Fondazioni Veronesi, che da un lato sostiene la ricerca scientifica e dall'altro ha - come seconda anima voluta fortemente da Umberto Veronesi - un'attività di educazione alla corretta educazione scientifica per avvicinare le persone a conoscere che cosa è la scienza oggi, cosa il progresso della scienza ha potuto portare in termini di successo e per evitare anche di essere vittime di quelle che sono le informazioni sbagliate o quelle che comunemente vengono dette fake news".

Veridicità e innovazione caratterizzeranno le puntate e i contenuti trattati per garantire un contributo concreto a chi quotidianamente ricerca informazioni sulla propria salute. Tra i temi trattati dal format, prodotto da Libero produzioni televisive con il contributo della redazione scientifica di Fondazione Umberto Veronesi e dell'azienda farmaceutica Teva Italia, anche i bisogni dei bambini che si ammalano di tumore, oltre al filo conduttore dell'importanza degli stili di vita e della prevenzione. 'L'Ora della Salute "rappresenta per noi un tassello importante del nostro impegno di aiutare ogni giorno le persone a sentirsi meglio. Oggi tutti hanno bisogno di accesso alle informazioni sulla salute, ma sono pochi i canali per avere un'informazione giusta, di qualità, capace di dare fiducia ai pazienti", evidenzia l'amministratore delegato di Teva Italia, Hubert Puech d'Alissac.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.