Cerca

Le pagelle del fu Matia Bazar, seconda serata

SPETTACOLO
Le pagelle del fu Matia Bazar, seconda serata

Ecco le pagelle dell'esibizione dei 12 cantanti in gara nella seconda serata del festival di Sanremo 2019 (domani si esibiranno gli altri 12), redatte 'a caldo' in esclusiva per AdnKronos dall'ex tastierista dei Matia Bazar, Mauro Sabbione.


Achille Lauro, 'Rolls Royce': problemi tecnici sono magicamente spariti e quindi i cantanti si sentono meglio. Più convinto e meno emozionato di ieri, Lauro porta un'inaspettata ventata punk all'Ariston. Radiofonicamente perfetto. Guadagna posizioni. Voto 7

Einar, 'Parole nuove': molto più sicuro e meno emozionato. La canzone al secondo ascolto è convincente, e si avvicina furbescamente a raccogliere l’eredità di Tiziano Ferro. Sa a chi si sta rivolgendo come fascia di pubblico. Piazzatissimo. Voto 8

Il Volo, 'Musica che resta': stesse considerazioni della prima serata. Ottimi, perfetti ed asettici. Paradossalmente sono quelli che sfruttano meglio la forza dell’orchestra. Potrebbero anche vincere, perché Sanremo è Sanremo. Mentre cantano li vedono in tutto il mondo e loro lo sanno. Voto 6

Arisa, 'Mi sento bene': è un musical e ora lo presentano come tale. Lei stasera è emozionata e commette un piccolo errore. Il brano sarà radiofonicamente trasmesso e corretto, senza intro e senza finale. Sono proprio due canzoni. Ma se piace ai bambini forse rimarrà. Voto 5

Nek, 'Mi farò trovare pronto': l’arrangiamento è molto bello e la canzone viene resa da Nek e dal coautore Antonacci (figlio), una perfetta esecuzione melodica raffinata. Pane per le radio. Si piazzerà nei primi tre, ma non credo per la vittoria. Voto 7

Daniele Silvestri con Rancore, 'Argento vivo': ottimo Silvestri, perfetto questa sera. Si vede che gli ascolti erano difficili ieri sera. Grande Rancore, mi evoca sempre Eminem. Credo che sarà il brano che si piazzerà per primo nella lista dei brani rappati. Voto 8

Ex Otago, 'Solo una canzone': non sono più convinto del loro piazzamento rispetto a ieri sera. La canzone è sicuramente ben confenzionata, ma loro sembrano la risposta ai The Giornalisti. Modella brasiliana compresa. Voto 6

Ghemon, 'Rose viola': la canzone è davvero particolare, new romantic, diciamo che se avesse il testo inglese, potrebbe benissimo essere un brano dei Radiohead, o meglio dei PSB. Piazzato, con coraggio. Voto 7

Bertè, 'Cosa ti aspetti da me': c’è armonia fra Loredana, la canzone di Curreri, il testo, la musica e la sua personalità. Se si sentono le ovazioni, Loredana ce la farà. Sarebbe bello vederla vincere, proprio quest’anno con la ricorrenza di Mia. Sarebbe un bellissimo segnale per la musica italiana. E poi Loredana può fare un tour clamoroso. Voto 10

Paola Turci, 'L’ultimo ostacolo': brava Paola, meno convinta di ieri sera quando era vestita più pop. Stasera col look rock, si gioca tutto. Sono queste le sue due anime, eternamente. Ma il pezzo, non è all’altezza. Voto 6

Negrita, 'I ragazzi stanno bene': la proposta dei Negrita, non è all’altezza della loro fama. Saranno piazzati ma nella parte bassa della classifica. Pau, Cesare e Drigo non hanno bisogno di Sanremo. Voto 5

Federica Carta e Shade, 'Senza farlo apposta': e gli ultimi chiudano la porta! Basta le coppie, sono un crimine contro la canzone, anche a Sanremo. Acerbi. Voto 4



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.