Cerca

Conti, Panariello e Pieraccioni si lasciano per San Valentino

SPETTACOLO
Conti, Panariello e Pieraccioni si lasciano per San Valentino

Carlo Conti, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni si lasciano per San Valentino, festa degli innamorati, in prima serata su Rai1: terminerà infatti venerdì sera, 14 febbraio, sulla rete ammiraglia di viale Mazzini, con il titolo 'Panariello, Conti, Pieraccioni, lo show', la loro comune avventura teatrale, durata tre anni con 85 repliche in 22 città sempre all'insegna del sold-out. "Abbiamo deciso di dare lo stop e ci fa piacere farlo davanti ai telespettatori. Quello che proporremo è lo spettacolo teatrale con luci e regia televisiva, niente di più e niente di meno", spiega Pieraccioni. "Lo spettacolo che andrà in onda lo abbiamo registrato due settimane fa a Montecatini, una data speciale, aggiunta proprio per lo show televisivo", aggiunge Conti e Panariello sottolinea che in teatro o in tv "il perno è Conti e noi due gli ruotiamo attorno".


Il trio toscano, chiusa la lunga parentesi comune, che comunque si era intrecciata con gli impegni professionali di ciascuno, non resterà con le mani in mano: "Sto finendo di mettere a punto l'atto unico 'La favola mia', il titolo è in omaggio a Renato Zero, una sorta di backstage della mia vita, di lavoro e privata. Un monologo in cui proporrò anche nuovi personaggi e miei personaggi storici rivisitati. Debutterò il 16 marzo a Pescara, inizierò da piccoli teatri, poi farò delle date estive e infine approderò nelle grandi sale", racconta Panariello. Carlo Conti, ovviamente, resta in tv: "Il 21 iniziano le cinque puntate de 'La Corrida' su Rai1, poi avro ancora una volta l'onore di presentare la cerimonia dei David di Donatello, sempre su Rai1. 'La Corrida' resta quella tradizionale, come nelle scorse edizioni, il solo cambiamento rispetto alla scorsa serie è che invece di far preparare un balletto improvvisato ad alcuni malcapitati presi dal pubblico e rapidamente 'addestrati' in sala prove, quest'anno in ogni puntata formerò una giuria da mandare allo sbaraglio, con ex partecipanti e persone del pubblico". Pieraccioni si prepara a girare il suo prossimo film, come testimonia anche il suo super dimagramento per presentarsi in forma davanti alla macchina da presa. Inutile chiedere titolo, tema o altro nessuna anticipazione è concessa mentre è giù fissata l'uscita, a novembre-dicembre con Rai Cinema. Il comico però afferma di voler anche tornare, da solo, in teatro, con un atto unico dedicato al mestiere dell'attore.

I progetti individuali di Conti, Panariello e Pieraccioni, potrebbero affiancare qualcosa di diverso, qualcosa che li veda nuovamente insieme. Un eventuale Sanremo in trio non è ipotesi di attualità secondo Conti e Pieraccioni, mentre Panariello se ne tira esplicitamente fuori: "Dopo un impegno comune così intenso è difficile pensare a un Sanremo insieme. Non si può mai dire ‘mai’ e nel caso sarebbe una cosa lontanissima, fra qualche anno, magari una decina", dice Conti, Pieraccioni gli fa eco e Panariello aggiunge "Io l’ho già fatto Sanremo, Dio me ne scampi e liberi". Il direttore di Rai1, Stefano Coletta, a proposito del trio di toscani sul palcoscenico di Sanremo dice che “del prossimo Sanremo ogni volta è meglio parlare a bocce ferme”, aggiungendo comunque, sempre a proposito di Conti & C, che “sicuramente loro lo farebbero molto bene”. Un altro condizionale, molto più convinto, Coletta lo spende per affermare che i tre "con la loro formula rodata ed efficace sarebbero perfettamente in grado di reggere un programma del sabato sera", insomma un ritorno al varietà del sabato in salsa toscana.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.