Cerca

Dal sollievo all'ansia, il lockdown di Martin Scorsese

SPETTACOLO
Dal sollievo all'ansia, il lockdown di Martin Scorsese

(Afp)

In un nuovo cortometraggio fatto in casa, Martin Scorsese ha parlato delle sue esperienza in isolamento durante la pandemia di Covid-19: dall’iniziale “sollievo” per la notizia del pesante carico di lavoro nel 2020 temporaneamente sospeso, all’”ansia” sempre crescente per una solitudine che sembrava interminabile. Sarà presentato in anteprima nell'edizione di giovedì del programma 'Lockdown Culture' della Bbc. Scorsese, nominato all’Oscar per ‘The Irishman’ all'inizio di quest'anno, ha ammesso di “non essersi reso conto di quanto sarebbe stato intenso il periodo in lockdown”.


“Abbiamo lavorato così duramente su così tanti progetti diversi, e le cose stavano girando, girando e girando, e all'improvviso quest’incidente e tutto si è fermato”, ha dichiarato il regista 77enne. “All'inizio, è stata una specie di sollievo. Non dovevo andare da nessuna parte o fare qualcosa. Voglio dire, dovevo fare tutto, ma non dovevo farlo in quel momento. E poi è iniziata l'ansia”, ha confessato.

Alla fine ho scoperto di essere..., tu sei con te stesso e il tempo cominci a percepirlo in maniera diversa”, ha aggiunto Scorsese nella clip, che anticipa il video integrale di cinque minuti, pubblicata su Twitter dalla conduttrice Dame Mary Beard. “Sperimentare quel tempo, il significato, mentre prima pensavo di esser seduto lì a far niente. Ma, no, tu esisti. Questo è già qualcosa”.

Fino all’arresto totale dell'industria cinematografica causato dagli effetti del coronavirus, il regista di ‘Goodfellas’, ‘Taxi Driver’ e ‘The Wolf of Wall Street’ aveva iniziato a lavorare al suo primo western, ‘Killers of the Flower Moon’. Il film dovrebbe riunire Leonardo Di Caprio e Robert De Niro sul grande schermo per la prima volta dopo molti anni. “Non so per quanto ancora starò in questa stanza”, riflette il regista. “Non so quando potremo iniziare la produzione di questo film. So che, data la grazia del tempo e della vita, saremo in qualche modo in produzione. Ma di come sarà quella produzione, non ne sono del tutto sicuro”. Per ora, riguardo al futuro, su una cosa Scorsese non ha dubbi: “Non vedo l'ora di portare con me ciò che sono stato costretto a imparare in queste circostanze. È essenziale. Le persone che ami. Essere in grado di prendersi cura di loro e stare con loro il più possibile”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.