Cerca

Mondo Rai/appuntamenti e novità

Su Rai1 'Codice –La vita è digitale' - Su Rai3 La guerra di Libia

SPETTACOLO
Mondo Rai/appuntamenti e novità

(Fotogramma)

Nella prima puntata di “Codice – La vita è digitale”, il programma condotto da Barbara Carfagna in onda domani alle 23.05 su Rai1. Si partirà da un tema molto attuale: l’identità nel digitale. Oggi ci si interfaccia con i computer e la propria identità non è più una sola, legata a nome e cognome, o al passaporto digitalizzato. Tutti, infatti, costruiscono ogni giorno identità diverse attraverso la mail, o ne “fabbricano” di anonime – anche in serie - usando i social. Ma non solo: entrando a far parte di nuovi gruppi si fa della propria identità una caratteristica comunitaria, e partecipando on line ad eventi e conferenze tutti creano delle identità del tutto temporanee. Con la potenza di calcolo attuale, poi, è possibile creare e analizzare i “doppi digitali”, in tutto e per tutto corrispondenti agli originali: vale per gli oggetti, le persone, le merci, e perfino per le città intere. Grazie a tutto questo si affaccia così sul “mondo digitale” un nuovo orizzonte: quello della profilazione dei gruppi, che apre nuovi mercati e genera, grazie all’analisi dei big data, una modernissima, e del tutto nuova, capacità persuasiva che agisce sugli insiemi di individui, tutti interconnessi e appartenenti alla comunità “onlife”. Sul canale YouTube della Rai si possono vedere ed ascoltare le interviste integrali in inglese. È possibile rivedere la puntata di Codice sulla piattaforma www.raiplay.it.


I primi di ottobre 1912, il bombardamento del porto di Tripoli da parte di incrociatori e corazzate della Regia Marina segna l’inizio dell’invasione italiana della Libia. Un conflitto ripercorso dal professor Luigi Goglia e da Paolo Mieli a “Passato e Presente”, in onda domani alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. L’operazione si inserisce nella guerra italo-turca, che l’Italia combatte dal 1911 contro l’Impero ottomano. Il conflitto si conclude a favore degli italiani, con il trattato di pace di Losanna del 12 ottobre. Ma la resistenza dei libici contro gli occupanti continua. Per avere il controllo completo della regione, gli italiani impiegheranno vent’anni, combattendo fino al 1931 un conflitto irregolare, fatto di operazioni di guerra e di guerriglia, che non risparmiano feroci atrocità contro i civili della Tripolitana e della Cirenaica. Dopo una colonizzazione avviata e mai del tutto decollata, la pagina degli italiani in Libia si chiude nel gennaio 1943, con l’ingresso delle truppe britanniche vittoriose a Tripoli.

Sono ore febbrili per il Governo alle prese con la fiducia sul decreto rilancio, il piano nazionale riforme e il decreto semplificazioni. Se ne parlerà a Radio anch'io, condotto da Giorgio Zanchini, su Rai Radio1 nella puntata di domani alle 7.30. Tra gli argomenti in trasmissione, anche l’acquisto dei titoli di stato da parte degli italiani e l’offerta di Intesa su Ubi. Infine un omaggio di “Radio Anch’io” – ma anche quello che arriverà dagli ascoltatori – al Maestro Ennio Morricone. Tra gli ospiti: Pier Paolo Baretta, Sottosegretario al Ministero dell'Economia e delle Finanze (Pd); Alberto Orioli, vicedirettore de Il Sole24Ore; Pierpaolo Bombardieri, segretario generale Uil; Riccardo Molinari, capogruppo Lega alla Camera; Roberto Sommella, capo relazioni esterne Antitrust ; Stefano Cingolani, editorialista de Il Foglio e Panorama; Giulio Tremonti, presidente di Aspen Institute Italia; Giovanni Tria, docente di Economia politica a Tor Vergata, ex ministro dell'Economia; Vincenzo Mollica, giornalista, scrittore, disegnatore, autore e conduttore televisivo e radiofonico italiano; Claudio Strinati, storico dell’arte; Maestro Alessandro De Rosa, compositore.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.