Cerca

Cinema, spettacolo e cultura a Catanzaro con il 'Magna Graecia Film Festival'

SPETTACOLO
Cinema, spettacolo e cultura a Catanzaro con il 'Magna Graecia Film Festival'

Penultima serata della XVII edizione del Magna Graecia Film Festival - dedicata a Federico Fellini e Alberto Sordi - la rassegna di opere prime e seconde concepita e diretta da Gianvito Casadonte che, anche quest’anno, si svolge regolarmente al Porto di Catanzaro, nel quartiere Lido, con capienza ridotta e con tutte le precauzioni che la pandemia Covid 19 impone. Le Masterclass invece avranno luogo nel chiostro di S. Giovanni, nel centro della città. Per l'edizione 2020, scelto come presidente della giuria Michele Placido. Quest’anno la formula del festival è stata studiata con l’obiettivo di valorizzare anche i luoghi culturali. In questi giorni al Mgff si sono alternati grandi registi, mostri sacri del cinema internazionale come Abel Ferrara e Peter Webber, che hanno visitato il centro storico di Catanzaro scoprendo la storia e le bellezze della Magna Grecia.


Per la serata di oggi attese ancora sorprese e ospiti prestigiosi. A partire da Marco D’Amore, attore e regista e conosciuto dai più per il ruolo di protagonista di Ciro Di Marzio nella serie Gomorra. Ma anche Ronn Moss, il “Ridge” di Beautiful, Laëtitia Eïdo, attrice franco libanese che ha perso diversi amici nella tragica esplosione di Beirut e che ha recentemente girato la parte di Anna, la mamma di Maria, nel film “The last Planet” di Terrence Malick. E poi ancora salirà sul palco Vinicio Marchioni, in concorso con due film; Phaim Bhuiyan regista di “Bangla” che si è messo in gioco per raccontare due diverse culture, due modi differenti di approcciare all’amore, due contesti religiosi diversi, così come la famiglia e la visione politica e sociale del mondo.

Nei giorni scorsi, toccante il racconto di Abel Ferrara che ha parlato dei suoi ultimi 8 anni di vita trascorsi in Italia e che, proprio anche grazie al Belpaese, sia partita la sua rinascita, l’addio alle droghe e all’alcool. Sul red carpet, come detto, anche Peter Webber, Donato Carrisi, Gianni Costantino e tantissimi altri. Tra premi, proiezioni, dibattiti seguitissimi dal pubblico e cortometraggi. A tutti gli ospiti del festival è stato fatto fare, gratuitamente, l’esame sierologico gratuito. “Il Magna Graecia Film Festival è un sogno diventato realtà che ha come obiettivo il racconto libero della nostra società. Il festival delle opere prime e seconde – ha detto all’Adnkronos l'ideatore Gianvito Casadonte.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.