Cerca

Mondo Rai/appuntamenti e novità

Finalissima per "Ballando con le stelle" - Al via su Rai2 il nuovo programma che vede il ritorno in Tv di Paola Perego

SPETTACOLO
Mondo Rai/appuntamenti e novità

(Fotogramma)

Gran finale per “Ballando con le stelle 2020”, domani alle 20.35 su Rai1. Il dance show, condotto da Milly Carlucci con Paolo Belli, per dieci straordinari appuntamenti ha saputo incuriosire, appassionare, catturare l’attenzione del pubblico, ma anche dei milioni di followers, che di settimana in settimana hanno mantenuto #Ballandoconlestelle in testa alla classifica trending topic dei programmi più seguiti e amati dalla rete. Ballerina per una notte sarà, tenace, battagliera, ballerina e coreografa di fama internazionale, da molti considerata un vero “sergente di ferro”. Un esempio di come la danza può andare oltre i limiti della fisicità ed essere una sfida con sé stessi e con la vita. Per la finalissima di questa edizione . Riflettori puntati su la regina della giuria Carolyn Smith, che sara’ ballerina per una notte. Carolyn si esibirà in un numero realizzato per l’occasione, per festeggiare non solo un’edizione da record, ma anche una ricorrenza “speciale”: i suoi primi 60anni. Durante la serata, non mancheranno i commenti pungenti di Roberta Bruzzone e la presenza del custode del tesoretto Alberto Matano, conduttore di Vita in Diretta. Dopo settimane di prove interminabili, sfide emozionanti e ballottaggi estenuanti, sette coppie si contenderanno la vittoria: Tullio Solenghi - Maria Ermachkova; Paolo Conticini - Veera Kinnunen; Daniele Scardina - Anastasia Kuzmina; Gilles Rocca - Lucrezia Lando; Elisa Isoardi - Raimondo Todaro; Costantino della Gherardesca - Sara di Vaira. Dopo l'annuncio di Milly Carlucci della positività al Covid di Maykel Fonts, grande attesa per le sorti di Alessandra Mussolini, infatti, solo domani sera si saprà se al suo fianco ci sarà un nuovo maestro o se nella finalissima ballerà da sola. Tante le prove che affronteranno le coppie in gara per convincere non solo il pubblico a casa, ma anche la temutissima Giuria in studio capitanata da Carolyn Smith, al suo fianco: Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni e Selvaggia Lucarelli. Come al solito non mancheranno i commenti dell’antigiuria composta da: Rossella Erra, Antonio Razzi e Gianni Ippoliti. I Vip in gara nelle loro performance saranno accompagnati dal ritmo della Big Band guidata da Paolo Belli, che come sempre sarà la colonna sonora di questa serata. Le coppie composte da Barbara Bouchet - Stefano Oradei, Ninetto Davoli - Ornella Boccafoschi, Lina Sastri - Simone Di Pasquale, Rosalinda Celentano – Tinna Hoffman; Vittoria Schisano – Marco De Angelis; Antonio Catalani – Tove Villfor, eliminate dalla gara nelle puntate precedenti, potrebbero essere tra le vincitrici dei tre riconoscimenti che verranno assegnati nel corso della serata: Il Premio Aiello alla coppia che ha disputato il maggior numero di spareggi; il Premio Paolo Rossi per l’esibizione più emozionante e il Premio Speciale della Giuria alla migliore esibizione in assoluto. Questa settimana gran finale anche per il torneo “Ballando con te” dedicato alla gente comune, ci sarà quindi spazio per stili e balli diversi. A stabilire la vittoria finale del contest: il pubblico da casa, che potrà votare il concorrente preferito attraverso i social (Instagram, Facebook e Twitter). A causa dei protocolli Covid in vigore le esibizioni dei concorrenti sono state registrate nei luoghi di appartenenza. Si sfideranno per la finalissima: Giovanni Lupi e Livia Nulli (Roma), Naima Academy (Genova), The Project Kids (Bergamo), Desiree Zaccaro e Francesco Ficco (Taranto). Per tutti coloro che desiderano avere notizie particolareggiate sulla trasmissione e’ attivo il sito del programma: www.ballandoconlestelle.rai.it dove e’ possibile trovare informazioni sui vip, sui maestri di ballo, sulla giuria e sulle singole puntate della trasmissione.


Il filo rosso è il filo del cuore. Una lente d’ingrandimento che parte dal rapporto che tiene uniti gli affetti, che lega le persone, al di là delle distanze, fisiche e temporali: è la lente attraverso la quale guardare le storie de “Il filo rosso”, il nuovo programma di Rai2 che segna il ritorno alla conduzione di uno dei volti più amati del piccolo schermo: Paola Perego. In onda a partire domani alle 14.00 su Rai2, il nuovo format, a cui la stessa Perego ha contribuito nell’ideazione e nella scrittura, sarà un viaggio nell’universo dei sentimenti di ognuno di noi e darà grande spazio alle emozioni: attraverso i legami familiari e affettivi, saranno affrontati argomenti e temi sociali di vario genere, questioni che riguardano tutti da vicino, tra momenti di riflessione, d’informazione, d’intrattenimento e di spettacolo. Ogni puntata si svilupperà attorno a una storia principale che accompagnerà il telespettatore dall’inizio alla fine, sarà raccontata in studio dalla voce dei suoi diretti protagonisti e affiancata da altri episodi, avvenimenti, persone, testimonianze che ne arricchiranno lo sviluppo e porteranno la discussione lungo sentieri sempre originali. Nella prima puntata conosceremo la storia di Daniel, un ragazzo che grazie al filo rosso che lo lega alla famiglia ha superato gli episodi di bullismo di cui è stato vittima; quella di Michele, giovane pastore social e filosofo che ha deciso di legare per sempre il suo filo rosso alla sua terra e alle sue radici. Di puntata in puntata, personaggi famosi interverranno per esprimere la propria opinione sugli argomenti trattati. Domani interverranno nel corso della puntata: Adriano Panatta, Salvatore Esposito e don Giacomo Pavanello. “Il filo rosso” è un programma di Tonino Quinti e Paola Perego e di Nicola Lorenzi e Serena Costantini, scritto con Ivo Pagliarulo, Veronica Salvi, Fabrizio Silvestri, Alessandro Venditti con la collaborazione di Carlotta Ercolino. Produttore esecutivo Manuela Madonna. Regia di Flavia Unfer.

Nuovo appuntamento con “Sapiens - Un solo pianeta”, l’appuntamento con la divulgazione scientifica e ambientale in onda domani alle 21.45 su Rai3. Nella puntata intitolata “Dall’inizio del tempo a noi – La rivoluzione industriale”, Mario Tozzi racconterà i tumultuosi ultimi 200 anni di Storia, dalla rivoluzione industriale ad oggi, come la capacità sempre crescente degli uomini di provare a mettere sotto controllo e sfruttare le fonti d’energia che la Terra e le stelle hanno reso casualmente disponibili.Quali sono le forme di energia esistenti nell’universo? E sulla Terra? Ci sarà energia per sempre? Cos’è l’entropia ed è vero che guida ogni fenomeno e perfino ogni nostro gesto? Perché nasce la rivoluzione industriale? E perché proprio in Inghilterra? Come nascono il carbone e il ferro, alla base della rivoluzione industriale? Perché la macchina a vapore cambia tutto? Da allora nulla è mai stato come prima: rapporti sociali, ritmi e tempi di lavoro, trasporti, stile di vita, benessere. Tutto è cambiato, anche il nostro rapporto con la natura e le città dove abitiamo.

Cinema d’azione in prima serata per chiudere la settimana di Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) domani alle 21.10, l’appuntamento e’ con “Universal Soldier: Regeneration”. Terzo capitolo della saga fanta-action inaugurata da Roland Emmerich nel 1992 con I nuovi eroi che vede il ritorno dei due protagonisti storici della saga, nonché icone del cinema d’azione anni ’80 e ’90, Jean- Claude Van Damme e Dolph Lundgren. Quando il Governo decide di tagliare i fondi alla Unisol, l’intelligenza artificiale S.E.T.H. riprogramma i super-soldati per prendere il controllo della base. Solo l’androide Luc Devaux, ormai diventato umano, può fermarlo.

Un programma dedicato alla musica moderna e contemporanea con una proposta di brani eseguiti dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nei suoi concerti, dal 1994 a oggi. È la nuova serie di Rai Cultura “Rumori del ‘900”, con la regia di Elisabetta Foti, che nel terzo appuntamento, in onda domani alle 23.15 su Rai5, propone György Kurtág, Stele op. 33, con la direzione musicale di Heinz Holliger; Ottorino Respighi, Pini di Roma, poema sinfonico P 141 diretto da Juraj Valčuha; Leonard Bernstein, Fancy Free - Ballet diretto da John Axelrod; Igor Stravinskij , Concerto in re per orchestra d'archi, direttore Dima Slobodeniouk.

Il ricordo del terremoto che devastò l’Irpinia. Una scossa durata 90 secondi alle 19:34 di una domenica come tante. Un sisma con magnitudo 6.9 che causò 2914 morti, 8848 feriti, 280 mila sfollati. Decine i paesi distrutti soprattutto nelle province di Avellino e Potenza. Immagini, testimonianze dell’epoca, il racconto dei sopravvissuti a “Tg2 Dossier”, domani alle 23.30 su Rai2. E ancora, la ricostruzione e le inchieste che ne scaturirono. L’analisi di ciò che avvenne attraverso le parole di magistrati, giornalisti, scrittori e di esponenti della scena politica in quegli anni difficili.

Per ricordare Valentina Pedicini, regista di grande talento, nata a Brindisi il 6 aprile del 1978, Rai Movie propone domani alle 23.10 il suo film “Dove cadono le ombre” presentato alle Giornate degli Autori della 74ª Mostra del Cinema di Venezia. Ispirato a una storia vera, a settecento storie vere, come annuncia la frase iniziale, il film racconta il genocidio perpetrato per sessant’anni da un’associazione chiamata Pro Juventute nei confronti di duemila bambini di etnia jenisch. Questo film e le altre opere “My Marlboro City”, “Dal profondo”, “Era Ieri” e “Faith” sono lavori importanti che dimostrano uno sguardo unico e potente di un’autrice che ci ha lasciato troppo presto.

Una storia che pate da Cuba per arrivare alla memoria del terremoto dell’Irpinia, passando per la comunicazione con una madre malata di cancro, con incontri che segnano la vita e, soprattutto, con la scoperta di una cassa piena di film super 8. E’ la storia raccontata da Alessandro Focareta in “I vetri tremano”, che Rai Cultura propone in prima visione assoluta domani alle 23.00 su Rai Storia per “Documentari d’autore” e in occasione del 40° anniversario del terremoto dell’Irpinia. Tra le bobine di quella cassa spuntano le immagini girate dal padre dopo il terremoto, che fanno affiorare il ricordo di quella notte, della faccia atterrita di lui che esclama: "I vetri tremano!". Il regista non ha mai dimenticato quella frase, tanto che, negli anni successivi, ha rivissuto quel sisma in diverse occasioni: la malattia della madre, la presa di coscienza di dover lasciare l'Italia per lavoro, il degrado ambientale della sua terra, la Campania.

Si parla di pandemia ma con i pensieri e le emozioni di chi ha attraversato la malattia come fosse un deserto, nel nuovo appuntamento con “A sua immagine - insieme a Papa Francesco”, in onda domani alle 15.30 su Rai1. Le parole del Papa saranno accompagnate dalle testimonianze di Stefano, tornato a casa dopo otto mesi e mezzo trascorsi in ospedale, e la commovente storia di un tassista che ha attraversato un'Italia deserta per salvare una bambina. Lorena Bianchetti, in studio, approfondirà tutto questo, con don Marco Pozza, cappellano del carcere Due Palazzi di Padova. A seguire “Le ragioni della Speranza”, con Suor Alessandra Smerilli, docente di Economia alla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium»: un processo per ripensare l’economia globale e darle un’anima. Suor Alessandra, da Assisi, porta il pubblico all’interno di The Economy of Francesco, in corso di svolgimento dal 19 al 21 novembre con più di duemila giovani imprenditori e economisti collegati da tutto il mondo dopo aver accolto l’invito di Papa Francesco a disegnare un mondo nuovo per - come recita il Vangelo di questa settimana - dare da bere agli assetati, da mangiare agli affamati, accogliere gli stranieri. Puntata in replica su Rai1, domenica alle 6.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.